Lunedi', 29 Novembre 2021
 
    Instagram         
 
A Natale compra Locale
 
Sostieni il tuo giornale -
Peterland 1 

Recupero e rilascio di una natrice dal collare a Bagnara Calabra

Societas Herpetologica ItalicaSocietas Herpetologica ItalicaL’attenzione mediatica e dei social network a Bagnara Calabra lo scorso fine settimana si è focalizzata attorno al ritrovamento di un serpente in area urbana, il cui prelievo ha mobilitato polizia locale, vigili del fuoco, carabinieri del nucleo forestale e privati cittadini. Un episodio che ha generato clamore, isolato allarmismo e molta ironia ed ilarità, specialmente sui social, da cui però è scaturita in parte anche una piccola dose di disinformazione alimentata da media.

«Appresa la notizia domenica nel tardo pomeriggio grazie al tam-tam generatosi sui social media, ho contattato l’appuntato scelto qualifica speciale Leonardo Di Pietro del Nucleo Carabinieri CITES di Reggio Calabria, da cui ho avuto un primo ragguaglio sulla situazione e con cui si è concordato il come procedere per il rilascio della natrice dal collare prelevata a Bagnara – ha spiegato Francesco Ventura, membro della Commissione Conservazione della SHI – Anfibi e rettili sono animali estremamente delicati, basti pensare la loro vulnerabilità ai cambiamenti climatici ed all’inquinamento. Inoltre sono animali potenzialmente sensibili a patogeni e dismicrobismi. In occasioni emergenziali che impongono il prelievo di animali selvatici, bisogna sempre evitare di detenerli anche solo temporaneamente in contenitori non disinfettati, specie se già impiagati per altre specie esotiche come quelle principalmente in commercio, maneggiarli direttamente senza l’uso di guanti o rilasciarli a grandi distanze dal punto di primo ritrovamento. Questi sono tutti fattori che comportano dei rischi per i singoli animali e per l’intera erpetofauna. Le raccomandazioni sono state recepite dal Nucleo Carabinieri CITES ed in ciò è opportuno elogiare l’appuntato scelto Di Pietro per la collaborazione, così il rilascio inizialmente prospettato in Aspromonte è stato poi effettuato in un’area idonea individuata all’esterno dell’area urbana bagnarese».

La Societas Herpetoligica Italica (SHI) in ambito nazionale è la principale associazione scientifica promuovente la ricerca erpetologica di concerto con ISPRA e col Ministero dell’Ambiente. La Commissione Conservazione è l’organismo che si occupa della promozione di interventi urgenti per la salvaguardia di rettili ed anfibi e la protezione dei loro habitat in tutta Italia.

Riceviamo e pubblichiamo