Giovedi', 20 Settembre 2018
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
OMC 5
careri
Banner Ottica in
Easy Travel

REGGIO CALABRIA Riapre il teatro "Valle"

Teatro ValleTeatro ValleDopo un’intensa fase di ristrutturazione e restyling appena conclusa, che ha restituito i locali e le loro pertinenze più comodi, funzionali e suggestivi, torna a vivere il Teatro “Nemesia Valle” del Campus Scolastico “San Vincenzo de’ Paoli” diretto da Bruno Demasi.

Fervono infatti i preparativi per l’inizio della stagione 2017/2018 all’interno di una realtà culturale reggina, per moltissimi ormai irrinunciabile, messa a disposizione della città e della provincia e che ormai ha trovato il suo assetto strutturale e funzionale e definitivo al servizio dei suoi numerosissimi allievi di ogni ordine e grado di istruzione. Una sfida del bello contro le difficoltà cittadine che hanno portato persino alla chiusura o al riciclo delle sale teatrali, “ una sfida della scuola e della cultura per una nuova stagione teatrale all’insegna dell’inclusione, della partecipazione e della condivisione- spiegano il direttore artistico del Nemesia Valle d’accordo con il dirigente Demasi”. A breve quindi sarà presentato al pubblico reggino e della provincia il cartellone, che vedrà sul palco del “Nemesia Valle” artisti di consolidata esperienza e di forte richiamo. Un programma che punta quest’anno all’innovazione oltre che alla valorizzazione di molti segmenti di spettacolo che hanno arricchito le due stagioni precedenti. E insieme agli spettacoli in cartellone e fuori cartellone, due appuntamenti di grande impegno: le personali di pittura di prestigiosi artisti reggini, in locali completamente riorganizzati, che accompagneranno ogni serata e le contemporanee esposizioni /degustazioni di prodotti di eccellenza dell’ambito reggino e provinciale.

Un progetto complesso e sempre più ambizioso, quello del Campus “San Vincenzo” e del teatro “Nemesia Valle”, nella scuola come nella ricerca culturale e nell’attenzione a tutte le risorse umane e alle reali vocazioni del nostro territorio.

Claudia Bova