Venerdi', 22 Ottobre 2021
 
    Instagram         
 
Bacco - Banner
 

GIOIA TAURO Distribuzione di tablet agli allievi calabresi: il Sindaco scrive alla Governatrice della Calabria Jole Santelli

  • Categoria: Politica
Aldo AlessioAldo AlessioIl Sindaco di Gioia Tauro scrive allaPresidente della Giunta Regionale della Calabria Avv. Jole Santelli in merito alla distribuzione di tablet agli allievi calabresi.

Onorevole Presidente, venuti a conoscenza della Sua iniziativa di favorire ai giovani calabresi l’esercizio del diritto allo studio, mediante l’acquisto, con fondi regionali, e la successiva distribuzione, a cura delle istituzione scolastiche, di 25.000 tablet (di cui, peraltro, in data 09 aprile u.s., è stata data informazione, tramite pubblicazione, sul portale istituzionale dell’Ente da Lei
presieduto), atteso il tempo trascorso, siamo a chiederLe informazioni in proposito, giacché risulta che le nostre scuole non hanno ricevuto nessun tablet.
Non è qui il caso di evidenziare l’importanza che i tempi dell’approvvigionamento riverberano rispetto all’efficacia della distribuzione dei presidi informatici, la cui utilità risulterebbe sicuramente vanificata, ove fossero assegnati in ritardo rispetto alle esigenze di studio dei ragazzi.
Tanto poiché (siamo certi che ne conviene) ciascuna misura di sostegno sociale può dirsi effettivamente tale, soltanto in quanto risulti rispondente ai bisogni attuali dell’utenza di riferimento.
Questo assunto assume preminente importanza in un contesto socio-economico quale quello della Città di Gioia Tauro, in cui sono in crescita le fasce di povertà (per quanto ci occupa, specialmente educativa) e, quindi, maggiore è l’esigenza di assistenza necessitata, alla quale, purtroppo, questo Ente non è in grado di provvedere in via esclusiva ed autonoma, stante la gravissima situazione economica in cui versa (che ne ha determinato la declaratoria di dissesto finanziario, giusta deliberazione commissariale n. 11 del 29/06/2017, a fronte della più che consistente esposizione debitoria, al 31/12/2016).
Tra l’altro, è inevitabile che per il Comune di Gioia Tauro l’apertura del nuovo anno scolastico determini una serie di problematiche impossibili da fronteggiare attingendo alle esigue risorse finanziarie del proprio bilancio, posto che le stesse, sin dall’insediamento di questa nuova Amministrazione risicate a garantire i servizi essenziali, risultano oggi ulteriormente depauperate, a seguito delle evenienze determinate, appunto, dalla pandemia.
Infatti, ove le condizioni sanitarie consentiranno l’auspicato rientro in aula dei ragazzi, per l’esercizio della tradizionale didattica, nostro malgrado, non saremo nelle condizioni di garantire l’acquisto dei libri di testo (che costituiscono strumento essenziale al fine di prevenire fenomeni di povertà educativa), né, del pari, ci sarà possibile acquistare presidi informatici indispensabili all’eventuale didattica a distanza.
A fronte di quanto detto, con la presente si domandano informazioni sui tempi di approvvigionamento dei tablet di cui si tratta, così da potere fornire adeguate risposte alle numerose sollecitazioni pervenute dai genitori dei discenti di questa Città, che nutrono aspettative concrete di fruizione dei suddetti presidi, per favorire l’apprendimento dei loro figli.