Mercoledi', 22 Maggio 2019
 
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
D. Alighieri
 
Calabriaè
 
Banner Cundari
 
WGT Solution
 

SCILLA Commovente Via Crucis rappresentata dagli alunni della scuola “G. Minasi”

Via Crucis - Scilla - CastelloVia Crucis - Scilla - CastelloE’ stato un momento emozionante e di raccoglimento quello che hanno vissuto gli studenti della scuola media “G. Minasi” nel rappresentare la Via Crucis messa in scena nel castello Ruffo. I giovani attori hanno dimostrato impegno e volontà, grazie al supporto delle docenti: Buta e Richichi, che hanno lavorato al progetto scolastico.

Il pubblico presente ha seguito con attenzione tutte le fasi della passione e della morte di Gesù. Le quattordici stazioni della Via Crucis sono state dislocate all’interno del maniero e la scena della crocefissione di Cristo assieme ai due malfattori è stata rappresentata, nella parte più alta del castello a simboleggiare il luogo del Golgota. Toccante il momento della morte di Gesù, interpretato da Iragi La Rosa e la deposizione di Gesù dalla Croce ed il dolore di Maria, interpretata da Rebecca Teramo. Ben 43 gli alunni coinvolti nel progetto della Via Crucis mentre la prima stesura del testo è stata curata dal professore Oreste Arconte e poi riadattato dai docenti assieme agli studenti. Presente all’evento anche la Vice Preside Domenica Cotroneo e la Dirigente Scolastica, Antonina Marra la quale ha ringraziato tutti coloro che si sono resi disponibili per la realizzazione dell’evento. Una vera e propria partecipazione corale anche da parte dei genitori degli alunni coinvolti nel progetto. 

<< La Via Crucis- ha aggiunto la dirigente- è un documento storico e poi di fede. E’ stato bellissimo ho visto tutti i presenti coinvolti e abbiamo constatato la genuinità degli studenti. Un riconoscimento va ai docenti che hanno dimostrano molta sensibilità. Abbiamo una bellissima realtà e una grande rete a sostegno dei ragazzi. Bisogna dare sempre uno sguardo amorevole verso i giovani e come corpo docente non dobbiamo lasciare niente di intentato per i nostri alunni>>.  

Tina Ferrera