Sabato, 18 Maggio 2024
 
    Instagram         
 
Logo Unieuro Bagnara Calabra
 
Borgo in FioreBacco - Def 

BAGNARA Cavi Enel e Telecom presso Palazzo Ducale Ruffo: lettera aperta dello storico Domenico Gioffrè

1-i cavi enel a palazzo ruffo1-i cavi enel a palazzo ruffoAi Sig.ri Commissari Prefettizi del Comune di Bagnara Calabra; Al sig. Assessore Provinciale alle politiche e Pianificazione Culturale dr. Eduardo Lamberti Castronuovo, Reggio Calabria; Alla Soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici arch. Margherita Eichberg, Cosenza; All’ufficio reclami Enel; All’ufficio reclami Telecom Italia E p. c. ; Al Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale Palazzo Arnone, Cosenza.

Gentili Signori,

è da oltre un anno che i lavori del Palazzo Ducale Ruffo sono stati ultimati e rimossi i ponteggi i bei prospetti ci appaiono in tutta la loro austera bellezza, il loro recuperato decoro è però sminuito dalla presenza sugli stessi delle preesistenti linee di servizio Enel e Telecom. Già l’anno scorso la delegazione FAI di Reggio Calabria aveva sollecitato gli enti su cui ricade la proprietà e la gestione dell’edificio ad esortare le due società a rimuovere i cavi che deturpano la facciata del Palazzo, sottoposto a vincolo culturale come previsto dal Codice dei beni culturali del 2004.

Ad oggi solo un palo metallico è stato rimosso, lasciando inalterato il groviglio di cavi.

Segnalo quindi alla Vs. cortese attenzione l’opportunità di richiedere un rapido intervento di rimozione dei cavi.

Ritengo che, considerati gli ingenti costi di detti lavori e l’impegno che gli stessi hanno richiesto per la loro realizzazione, sarebbe grave che un intervento di dettaglio come la rimozione auspicata sminuisse la recuperata bellezza del monumento.

Certo della Vs. sensibile attenzione in merito ringrazio e porgo cordiali saluti.

Domenico Gioffrè - Ispettore onorario per il settore dei Beni Artistici e Storici per il Comune di Bagnara Cal. e per la prov. di Reggio Calabria.