Sabato, 6 Giugno 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

Il bergamotto bio e il tris energy juice al biofach di Norimberga

Lo chef Cannatà con lo staff di Bergamia e dellazienda Patea al Biofach 2020Lo chef Cannatà con lo staff di Bergamia e dellazienda Patea al Biofach 2020La nutraceutica del food Made in Italy e bio alla fiera internazionale del biologico

Il mercato del biologico è in aumento costante e i dati ufficiali lo dimostrano, soprattutto in Nord Europa. E ancora di più quando si tratta di prodotti “made in Italy” e meglio ancora se ad alta valenza nutraceutica. Alla fiera internazionale del biologico Biofach 2020 di Norimberga giunta alla 30a edizione, dal 12 al 15 febbraio, con 3.500 espositori e 50.000 visitatori attesi, non poteva pertanto mancare il "TRIS ENERGJY JUICE” (il succo naturale e bio di bergamotto, melograno e bacche fresche di Goji italiano) insieme a tutti i prodotti al bergamotto di Reggio Calabria, il principe degli agrumi sempre più richiesto per le sue caratteristiche antiossidanti e curative. Protagonisti della promozione del “buonissimo che fa benissimo” e della nutraceutica del cibo, alternativa agli integratori e ai parafarmaceutici, ancora una volta è la cooperativa di bergamotticoltori calabresi “Bergamia” insieme all’azienda agricola Patea di Brancaleone (RC), entrambe proiettate verso il mondo del bio rigorosamente Made in Sud e verso il nuovo deal dell’agricoltura di qualità: la nutraceutica del food. Ciò grazie ad una gamma di prodotti naturali ad alto indice ORAC (capacità antiossidante degli alimenti) ottenuti in bio oltre che tramite agricoltura ecosostenibile attenta alle problematiche di contenimento dei gas climalteranti. E’ il caso del TRIS ENERGY JUICE, approvato da Nutraceutical Academy e dall’AINC – Associazione Italiana Nutrizionisti in Cucina e dei prodotti a base di bergamotto, altri agrumi e prodotti ortofrutticoli: succhi, essenze alimentari, salse, glasse, disidratati. Tommaso Trunfio, giovane presidente della coop. “Bergamia” che annovera i piccoli produttori di bergamotto per un totale di un centinaio di ettari oltre all’azienda agricola Patea specializzata nella trasformazione, dichiara che “la partecipazione alle fiere specializzate, come Fruit Logistica, Biofach ed altre è fondamentale per entrare nel mercato delle produzioni salutistiche e biologiche. Stiamo creando partnership con aziende importanti sia nel campo del food sia nel campo dell’industria cosmetica, sempre più attente e sensibili alla sostenibilità ambientale e al valore del lavoro nell’agricoltura dei nostri territori vocati. Tra i nostri ospiti a Biofach, anche il noto chef Enzo Cannatà che ha consentito di dimostrare al grande pubblico, con i suoi cooking show, le caratteristiche culinarie del bergamotto e di altri prodotti calabresi biologici”. Per Rosario Previtera, agronomo e promotore della filiera del Goji Italiano e della Nutraceutica del food “dovrà diventare conveniente ottenere e acquistare prodotti derivanti da materia prima bio e made in Italy oltre che ad alto valore nutraceutico, per una sana longevità. Ancora le grandi compagnie italiane dell’agroalimentare in genere, purtroppo, usano prodotti extraeuropei per abbattere i costi. Occorre che il grande pubblico impari a leggere bene le etichette per rendersi conto di quanto finto “made in Italy” e di quanto finto “salutistico” viene commercializzato sugli scaffali”. I cambiamenti climatici in atto stanno stravolgendo il settore primario in molte aree ma contestualmente, a volte, si riesce a rendere più produttivi territori un tempo poco ospitali per colture innovative oggi richieste dai mercati e da coltivare in regime di agricoltura biologica.