Venerdi', 24 Maggio 2024
 
    Instagram         
 
Logo Unieuro Bagnara Calabra
 
Borgo in FioreBacco - Def 

Sciopero CCNL Porti del 5 Aprile, SUL: "Altissima la partecipazione dei lavoratori portuali"

  • Categoria: Sociale
Porto di Gioia TauroPorto di Gioia TauroAnalizzando gli ultimi dati economici diffusi dall'Istat venerdì u.s. e l'altissima partecipazione allo sciopero dei lavoratori Portuali, conferma ancora una volta che la scelta fatta di incrociare le braccia per lo stop al rinnovo del contratto nazionale è stata quella giusta. Il rinnovo del Contratto Nazionale arriva in un momento in cui il mix tra bassi salari, inflazione e aumento dei tassi di interesse ha creato le condizioni per avere un potere d'acquisto ai minimi storici. La corsa dei prezzi ha costretto gli italiani a spendere molto di più per arrivare a fine mese e spesso a mettere mano ai risparmi.
Se le Parti Datoriali di un settore ricco come quello dei porti, non sono disposti a contribuire a colmare il divario salariale che si è generato perché ritengono esose le legittime richieste necessarie a garantire il potere di acquisto alle famiglie dei portuali, i lavoratori, in modo democratico e civile, non hanno altra scelta che manifestare l’indignazione a questo atteggiamento con l’unico strumento a loro disposizione: lo sciopero. Ecco perché i portuali di Gioia Tauro hanno incrociato le braccia con una adesione allo sciopero superiore al 90% della forza lavoro nei reparti operativi, nonostante la decisione inspiegabile ed imbarazzante di qualche sindacato che ha dato indicazioni a non aderire. I portuali non chiedono altro che venga riconosciuta la grande professionalità e gli sforzi che per 365 giorni l'anno senza un minuto di sosta fanno per rendere questo porto sempre più competitivo e fondamentale nello scacchiere della portualità internazionale; vogliono riappropriarsi della dignità economica e lavorativa attraverso il recupero del potere d'acquisto perso in questi anni, vogliono norme meno flessibili, la garanzia del recupero psico-fisico e della sicurezza sui luoghi di lavoro e il riconoscimento del lavoro usurante. È chiaro che alcuni problemi sono di competenza governativa e altri delle parti datoriali e se non ci saranno risposte concrete sui temi alla base della vertenza nazionale, nostro malgrado, la stagione conflittuale sarà inevitabile. La segreteria Nazionale SUL Porti auspica che l'altissima adesione allo sciopero in tutti i porti italiani, possa essere sufficiente alla riapertura della trattativa che vada a buon fine.
 
SINDACATO UNITARIO LAVORATORI COORDINAMENTO PORTUALI GIOIA TAURO