Venerdi', 21 Giugno 2024
 
    Instagram         
 
Logo Unieuro Bagnara Calabra
 
Borgo in FioreBacco - Def 

RIZZICONI Chiusa una sala giochi abusiva ed elevato quasi un milione di euro di sanzione

  • Categoria: Cronaca

Car - RizzCar - RizzNell'ambito di un servizio di controllo del territorio, finalizzato al contrasto delgioco illegale, i militari della Stazione di Rizziconi, congiuntamente aifunzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM), hanno effettuato verifiche all’interno un bar di Rizziconinel quale sono state riscontrate violazioni per quasi un milione di euro.

Al momento del controllo, all’interno del locale vi era una vera e propria sala giochi abusiva, con quattro slot machine perfettamente funzionanti ed avventori intenti a giocare. A seguito degli accertamentisi è constatata l’assenza dell’iscrizioneall’elenco deisoggetti possessori di apparecchi da intrattenimento, la mancata apposizione della tabella giochi proibiti e il mancato pagamento dell’imposta sugli intrattenimenti. Veniva, inoltre, emanata una sanzione amministrativa per non aver apposto i titoli autorizzatori su ogni apparecchio. Il titolare veniva anche deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per frode informatica, in quanto gli apparecchi erano stati verosimilmente fabbricati e programmati per fini di lucro con relativa scheda di gioco contraffatta al fine di impedire lacomunicazione onlinedelle scommesse effettuate e la corretta tassazione dellesomme di denaro giocate.

Inoltre, veniva riscontrato il mancato collegamento dell’apparecchio alla rete statale, circostanza per cui è prevista una maxi-sanzione tributaria per evasione d’imposta che, da sola, supera gli ottocentomila euro. Questa tipologia di controlli, effettuati sinergicamente dall’Arma dei Carabinieri e dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, permettono il contrasto alla diffusa inosservanza della stringente normativasulle scommesse nonché la promozione del gioco sicuro e responsabile. Trattandosi di provvedimento in fase di indagini preliminari, rimangono salve le successive determinazioni in fase dibattimentale.