Domenica, 21 Aprile 2024
 
    Instagram         
 
Logo Unieuro Bagnara Calabra
 
Festa della Costa ViolaBacco - Def 

Tra due mesi esce “La templare reggina” il nuovo libro di Vincenzo Laurendi

1 1 16La templare reggina vlaur1 1 16La templare reggina vlaurÈ iniziato il countdown per il nostro collaboratore Vincenzo Laurendi che, in occasione della festività di San Giorgio, il 23 di Aprile, quindi tra due mesi, darà alla luce il suo sedicesimo libro. “Per ora, questo sarà il mio ultimo libro, non vedo all’orizzonte pubblicazioni prossime”, afferma l’autore. Il suo nuovo volume, dal titolo “La templare reggina”, è un romanzo storico ambientato a Reggio Calabria, all’inizio del XVI secolo. Una ragazza di nome Athena, appartenente da una famiglia d'origine greca che discende da un Cavaliere Templare, riceve una profezia: un giorno, Reggio verrà distrutta.

Lei vuole impedirlo, ma qualcuno ha ordito un complotto contro la sua famiglia, per motivi sconosciuti. Così, andrà nel deserto della Siria per diventare Cavaliere Templare, per diventare più forte possibile e proteggere la sua patria natia. In questo libro ci saranno tantissimi accenni alla storia non solo di Reggio, ma anche di Seminara, centro calabrese sottovalutatissimo, o almeno non proprio rinomato, che gode di cronache inaspettate ed affascinanti, oltre a Bagnara, Siria, perfino Cipro. L’autore si è documentato tantissimo per ricreare le atmosfere dell’epoca, grazie al dott. Natale Zappalà per quanto riguarda la parte tecnica e l’inizio della “sfida”, e l’amico Pino Federico per quanto riguarda la parte fantasiosa, grazie al fumetto “Dago”. Il volume dovrebbe essere presentato il 28 Aprile, con la collaborazione dell’Associazione “Palingenesi”, grazie alla mediazione dell’Assessore Rocco Fedele, oltre a quella, immancabile, della Pro Loco di Bagnara Calabra, nelle vesti del Presidente Bruno Ienco, che ha sempre avuto un occhio di riguardo per l’autore, il quale dice: “Reggio mi ha dato tanto, ho voluto regalarle, anche se inventata, un’eroina a cui ispirarsi per occupare il posto che le spetta”. E presto, verrà svelata anche la copertina completa, che vedrà campeggiare una splendida illustrazione dell'artista di Giarre Stefania Maccarrone.