Mercoledi', 10 Agosto 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
bagnara sas -
LOGO UNIEURO 

BAGNARA CALABRA Ricordato a Porelli, a quarant'anni dalla morte, il Canonico Mons. Antonino Gioffrè

  • Categoria: Video

Can GioffrèCan GioffrèA quarant’anni dalla morte, avvenuta il 9 luglio 1982, la Parrocchia Santa Maria degli Angeli, la Congrega dell’Immacolata, l’Associazione Caravilla ed il gruppo “Borgo” hanno voluto ricordare il canonico mons. Antonino Gioffrè. Entrato in Seminario all'età di 13 anni, fu ordinato Sacerdote nel 1939 e da allora svolse la sua attività pastorale quasi sempre nella cittadina della Costa Viola. Ad aprire i lavori dell’incontro, moderato dal giornalista Carmelo Tripodi, e alla presenza del sindaco Adone Pistolesi, Padre Giuseppe Calogero.

Per trentacinque anni come parroco di Santa Maria degli Angeli è stato un punto di riferimento per tutti e testimone di fede autentica. Si prese cura in modo particolare dei giovani aiutandoli a crescere nella libertà e nella responsabilità, esortandoli a vivere la fede in ogni ambito del loro agire quotidiano. Interlocutore privilegiato del mondo giovanile del tempo a cui dedicò, come educatore e formatore, gran parte del suo ministero pastorale. E il dott. Franco Militano è uno di quei giovani che lo hanno conosciuto bene e gli sono stati accanto da fanciullo, da adolescente e da collaboratore dell’Azione Cattolica.A parlare del libro sullo “Storia di Bagnara” è stato lo storico Natale Zappalà, mentre il prof. Alfonso Infantino ha reso testimonianza dell’importanza della figura di Don Gioffrè nella sua vita e dei primi anni di magistero a Solano. Maria Rita Carbone e Nino Romeo hanno chiuso gli interventi dei relatori, con il numeroso pubblico presente sempre attento e desideroso di condividere quanto esposto da chi è stato chiamare a tratteggiare la figura di un grande uomo di fede, di cultura e che ha lasciato un ricordo indelebile in chi lo ha conosciuto.