Giovedi', 12 Dicembre 2019
 
  
  
  
 
D. Alighieri
 
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 
Banner Cundari
 
WGT Solution
 

PALLAVOLO MASCHILE Tie-break vincente per l’Olimpia

  • Categoria: Sport

1 1 olimpia-fides 171120191 1 olimpia-fides 17112019Forse l’esordio tra le mura di casa (unica partita di tutta la stagione che sarà possibile disputare) ha emozionato eccessivamente i ragazzi di mister Antonio Parisio, che alla fine riescono a spuntarla con i vantaggi nel quarto set e quinto set. All’inizio, infatti, i pallavolisti bagnaresi sono sembrati un po’ contratti, nervosi e poco fiduciosi, per poi sciogliersi quando la partita sembrava appannaggio dei campesi. Si parte col 3-1 per gli ospiti, poi divenuto 5-5 coi punti di Lo Bianco e Di Biasi da una parte e l’ace di Aricò dall’altra. I ragazzi allenati dall’ex bagnarese Emiliano Portella vanno sul 5-9 con l’ace di Plutino ed Orsa che va due volte a segno sottorete.

I biancazzurri non mollano e si portano sull’11 pari, col muro e l’ace di Molinaro e la schiacciata violentissima di Furci, dall’altra parte ancora Orsa e il muro di Aricò. Black out per i ragazzi di Parisio che vanno sotto 12-20, firmato dai due attacchi di Plutino ed il muro-punto di Minniti, però non mollano ed arrivano fino al 20-24 grazie a due attacchi di Lo Bianco, l’ace ed il punto di Lofaro e l’altra battuta vincente di Molinaro, mentre dall’altra parte ci pensa due volte Plutino. Furci illude i suoi, poiché c’è subito la risposta di Putortì che chiude il primo set. Nel secondo parziale ancora vantaggio campese con Plutino ed Orsa, ma due battute vincenti di Lo Bianco ed un attacco di Molinaro portano l’Olimpia sull’8-5. Gli aces di Furci e Molinaro, il muro di Marino e l’attacco di Lofaro portano i padroni di casa sul 16-9. Gli ospiti provano a riportarsi sotto con gli attacchi di Plutino ed Aricò, oltre all’attacco e l’ace di L.Briante, ma c’è la risposta di Lofaro (2 punti), il muro di Molinaro, il muro ed il punto di Furci, che valgono il 24-14. Una schiacciata dello stesso Furci consente ai bagnaresi di chiudere i conti. Nel terzo set sono i bagnaresi a partire forte con Lo Bianco e Lofaro, che rispondono a Plutino, poi ancora Plutino e L.Briante portano i compagni sull’8-4. Altro black out che conduce al 19-8 grazie a due aces e punto di Plutino, due aces di Orsa ed un punto di Campolo, ma Furci prova a spingere i suoi alla rimonta con tre punti, oltre ai due aces di Di Biasi e le due schiacciate di Lofaro, ma c’è il punto di Orsa, il muro di Minniti ed il punto di Plutino. Lo stesso numero 15 campese chiuderà il terzo parziale. Il quarto inizia con due punti di Furci ed uno di Plutino per il 3-1 bagnarese, due muri dell’opposto campese portano al 3-6. Due punti per Velardi, tre di Lo Bianco ed uno di Marino ,oltre ai quattro punti di Plutino ed uno di L.Briante portano al 15 pari. Gli ospiti si allontanano verso il 19-24 e la vittoria con due aces di Porcino, un punto ed un ace di Plutino ed un punto di Orsa, ma quando meno te l’aspetti inizia la rimonta: tre punti per Marino, ace di Di Biasi, muro e punto di Lo Bianco ed attacco vincente di Lofaro per un incredibile break di 7-0 all’ultimo respiro. Si va al tie break, e grazie ai punti di Molinaro e lo Bianco, l’ace di Di Biasi ed il muro di Lofaro da una parte, i due di Plutino, quello di Aricò e Minniti dall’altra, si va al cambio campo sull’8-7. Ace e punto di Lofaro, punti di Marino e Furci per i bagnaresi, ace e punto di Orsa, ace di Repaci, oltre ai punti di Plutino e Minniti per il 14-13. Errore dei bagnaresi per il 14 pari, poi i biancazzurri mantengono la calma e, prima con Lo Bianco e poi con un errore campese, conquistano la vittoria. Una vittoria che dà morale ma deve anche far riflettere sui tanti errori, di inesperienza, nervosismo e deconcentrazione.

Olimpia Bagnara: Careri, Di Biasi, Furci, Gioffrè, Guglielmo, Lo Bianco, Lofaro, Lopresto, Marino, Molinaro, Velardi, Zagari. All: A.Parisio

New Fides Campo: Aricò, L.Briante, M.Briante, Calabrese, Campolo, Cotroneo, Minniti, Orsa, Plutino, Porcino, Putortì, Repaci. All: E.Portella

Vincenzo Laurendi