Mercoledi', 19 Settembre 2018
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
OMC 5
careri
Banner Ottica in
Easy Travel

CALCIO Villese, ossigeno vitale: 2-1 alla Rombiolese

  • Categoria: Sport

Villese 2017-2018Villese 2017-2018Torna a vincere la Villese dopo il diluvio universale delle scorse settimane. Il girone d’andata si chiude con il sorriso. Morabito, uno degli ultimi baluardi rimasti in rosa, decide la partita contro la Rombiolese grazie ad un calcio di rigore. Alain apre le danze e Idone firma il momentaneo pareggio.

Una vittoria scacciapensieri per la banda di Chirico. Serviva una scossa per non cadere in depressione permanente. Le ultime cinque sconfitte consecutive, condite dalla ridicola quanto surreale vicenda societaria, avevano fatto naufragare l’imbarcazione neroverde. Con il ritorno di Morabito e la coesione del giovane gruppo si ottengono i tre punti dopo un digiuno lungo due mesi, considerata l’ultima vittoria contro la Gioiese datata 22 ottobre. La classifica, però, non può far passare delle feste tranquille alla società di Postorino. La Villese occupa l’ultimo posto play out (12°) a quota 16 punti. Una vittoria non cambia la prospettiva. La salvezza diretta resta una missione complicata.

Il 2017 è stato un anno da dimenticare per i neroverdi. La permanenza raggiunta nella scorsa stagione con due giornate dal termine è stata più che sofferta. La società non in grado di intervenire sul mercato e un allenatore incapace di plasmare la squadra stavano portando la Villese al capolinea prima della rigenerazione. La mancata riapertura del “Santoro” e l’addio controverso e discutibile del duo Lavalle/Pecora hanno reso ingestibile una compagine che ha perso le proprie certezze e s’è ritrovata con un pugno di mosche. Il finale incoraggiante lascia spazio ad uno spiraglio per un 2018 migliore, con la speranza che un gruppo di giovani possa cercare l’impresa salvezza, ma il futuro al di là della stagione in corso non è ipotizzabile e per questo, l’anno calcistico appena concluso è da considerarsi uno dei più neri della storia neroverde, dalla Feltrinelli ad oggi.

Paolo Messina