Mercoledi', 18 Maggio 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
LOGO UNIEURO 

Lo Stretto di Messina in balia dei venti tempestosi: a Scilla, una tettoia si stacca da un'abitazione e si riversa su una delle strade principali

Stretto di MessinaStretto di MessinaDa questa notte, sullo Stretto di Messina e in tutti i paesi che si affacciano sulla sua area, sta soffiando un vento di scirocco di velocità media di 37 km/h, con raffiche che raggiungono i 120 km/h. Una situazione difficile, che da questa mattina ha costretto il traffico marittimo a rallentare, modificando le usuali rotte da e per la città di Messina. 

A Reggio Calabria, intorno alle ore dodici, il Sindaco Giuseppe Falcomatà ha disposto l'interdizione della Via Marina al traffico veicolare, chiudendo anche l'ingresso alla Villa Comunale, in via precauzionale. Nella stessa città, si sono poi registrati casi di alberi sradicati, che hanno provocato danni ad alcune automobili posteggiate nelle vicinanze. Scilla - TettoiaScilla - TettoiaA Scilla, invece, questa mattina, una tettoia appartenente a un'abitazione privata, a causa di una raffica particolarmente violenta, si è staccata e, trascinata dal vento per alcuni metri, è caduta in prossimità di una delle strade principali della cittadina tirrenica: sul posto sono immediatamente accorse le Forze dell'Ordine, che dopo aver costatato l'entità dei danni e aver ristabilito l'ordine, hanno permesso al traffico veicolare di fluire regolarmente. Non sono state però solo le zone a ridosso della costa a essere colpite da questo evento meteorologico, che nelle ultime ore sta assumendo l'aspetto di un ciclone tropicale: a Fiumara di Muro, zona dell'entroterra reggino, si sono registrati alcuni disagi a causa del vento che, soffiando impetuoso, sollevava la sabbia depositata nell'alveo del torrente, provocando difficoltà nella circolazione a piedi. A causa della forza delle raffiche, inoltre, alcuni pali adibiti al passaggio della corrente elettrica hanno iniziato a oscillare, rimanendo sospesi sulla carreggiata: stessa sorte per un paio di segnali stradali e per le coperture laminate di alcune abitazioni, per lo più abbandonate o utilizzate come deposito per il materiale necessario al lavoro nei campi. Palo FiumaraPalo FiumaraLa situazione, comunque, non desta particolare preoccupazione ed è costantemente monitorata.

Nel frattempo, l'ufficio di Protezione Civile della regione Calabria ha esteso l'emergenza vento per l'intera nottata.

Pasqualina Ciccone