Lunedi', 27 Giugno 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
LOGO UNIEURO 

"Scilla Cuore", conclusa la 22esima edizione

  • Categoria: Sociale
Montemurro - Rinaldi - LucianiMontemurro - Rinaldi - LucianiSi è conclusa la 22esima edizione di "Scilla Cuore", il convegno scientifico nazionale di cardiologia organizzato dal prof. Vincenzo Montemurro, responsabile dell'ambulatorio di cardiologia del presidio "Scillesi d'America".
<<"Scilla Cuore" è considerato tra i congressi più importanti d'Italia - ha detto Montemurro - ha avuto una durata di quattro giorni con oltre 270 partecipanti provenienti da tutta Italia. Il nord e il centro che vengono al sud per aggiornarsi. Abbiamo avuto 110 relatori, tutti rappresentanti del mondo universitario e ospedaliero italiano. "Scilla Cuore" ha raccolto il meglio della cardiolgia nazionale. Sono stati trattati i temi più classici, dalla cardiologia moderna, dalla prevenzione delle malattie cardiovascolari ai fattori di rischio, alla sindrome coronarica acuta, alla cardiologia interventistica, all'emodinamica, e ai temi correlati alle aritmie. "Scilla Cuore" continua ad essere lo strumento importante nell'ambito dell'aggiornamento cardiologico italiano per il medico. "Scilla Cuore" rappresenta anche un indotto economico per il nostro territorio. Ho registrato il silenzio assordante da parte delle istituzioni che non partecipano>>.
Una maratona scientifica che ha contato circa 300 partecipanti e che si è conclusa con la tavola rotonda sul tema "Perchè smettere di fumare? Cosa fare per ridurre il danno fumo correlato". Ha moderaro i lavori la giornalista Bendetta Rinaldi, giornalista Rai. Sono intervenuti il professore Vincenzo Montemurro e Maria Novelli  Luciani del ministero della Salute che ha detto: <<Il divieto del fumo sta diventando più problematico. Abbiamo delle incidenze che sono molto importanti, il 23% dei fumatori. L'OMS si è posta l'obiettivo nel 2040 di scendere al 5% abbiamo dodici milioni di adulti che ancora fumano. Il fumatore oggi è un costo sociale grandissimo>>.
 
Tina Ferrera