Venerdi', 15 Novembre 2019
 
  
  
  
 
FESTA DEL TORRONE 2019
 
D. Alighieri
 
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 
Banner Cundari
 
WGT Solution
 

SCILLA Ancora disagi alla Casa della Salute. Insufficienti 30 prelievi al giorno

  • Categoria: Sociale

Ospedale ScillaOspedale ScillaSi registrano ancora disagi nel laboratorio di analisi della Casa della Salute. Da qualche settimana si effettuano solo trenta prelievi al giorno e risultano insufficienti rispetto alla richiesta degli utenti. La decisione di una limitazione degli esami a quanto pare è legata anche al pensionamento di alcuni dipendenti addetti al laboratorio che non sono stati rimpiazzati con altro personale.

Da alcuni giorni risulta anche guasto lo strumento che effettua gli esami delle urine e questo crea ulteriori problemi ai pazienti che sono costretti a recarsi fuori Scilla per poter eseguire l’esame. Non sembra che ci siano i presupposti di un miglioramento del servizio dato che i responsabili della struttura rimandano il tutto nelle mani del commissario ad acta Saverio Cotticelli. Gli utenti non mollano la presa e cercano di capirne di più in riferimento al laboratorio di analisi. << Così facendo- commentano alcuni- si nega il diritto alla salute. Vorremmo capire se si tratta di una carenza di personale oppure se è il preludio di un ulteriore taglio nei confronti della Casa della Salute? Come si gestiscono i trenta prelievi? E’ necessario prenotare la mattina? Dove si effettuano le prenotazioni? Oltre a dover rientrare nella lista dei trenta prelievi anche l’attesa risulta lunga, perché il personale è insufficiente per la mole di lavoro >>. Intanto nella sala d’attesa del laboratorio di analisi sempre più pazienti sono costretti a lasciare l’ex nosocomio senza avere effettuato un prelievo. Si tratta anche di persone con problematiche gravi, malati oncologici, gestanti, anziani e bambini. Non spetta solo agli utenti sollevare il problema delle carenze dei servizi all’interno dello “Scillesi d’America” è auspicabile che   i responsabili della Casa della Salute facciano la loro parte per stimolare gli enti preposti ad una programmazione più seria dei servizi offerti.

Tina Ferrera