Martedi', 21 Agosto 2018
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
OMC 5
careri
Banner Ottica in
Easy Travel

BASKET Villa San Giovanni, stagione archiviata: salvezza raggiunta

EraclesofàItalia VSGEraclesofàItalia VSGLa stagione 2017-2018 si conclude con la permanenza nella massima serie regionale. I neroverdi hanno battuto la Nuova Jolly anche in gara 2, chiudendo la serie e archiviando l’annata.

Nuova Jolly-Eraclesofa Italia Villa San Giovanni 56-68 (16-18,14-17,8-18,18-15)

Nuova Jolly: Laiacona 6,Bagnato 11,La Rocca 2,Triolo 10,Sant’Ambrogio 14,Artuso 2,Crupi 11. Allenatore: Sergio Sant’Ambrogio

Villa: Versace,Meduri 8,Laganà 2,Pitasi 4,Vazzana 15,Barreca 13,Vinci 11,Miloro 2,Andolfi 2,Scordino 6,Calunniato. Allenatore: Seby D’Agostino Ass. Modaffari e Pensabene

Arbitri: Reggio e Loccisano

Primo e secondo quarto fotocopia del match d’andata con le due squadre in equilibrio. Villa è avanti di cinque lunghezze, ma col passare dei minuti aumenta il proprio vantaggio. Nel terzo periodo le distanze si fanno sempre più marcate con i neroverdi in controllo. La Nuova Jolly non ha le forze per tentare di ribaltare il risultato e gli uomini di coach D’Agostino vincono l’incontro con dodici lunghezze in più degli avversari. Il miglior realizzatore lo troviamo tra le fila neroverdi: Vazzana con 15 punti.

Archiviata l’ennesima annata lontana da Villa San Giovanni, l’Eraclesofà Italia si è confermata ai massimi livelli regionali. La squadra ha lottato per raggiungere i play off, arrendendosi solo al Soverato. Per tutta la regular season si sperava nel quarto posto, ma dopo una battaglia segnata da infortuni e ottima caratura degli avversari, l’epilogo lascia un pizzico di rammarico. Non era facile rimanere costanti dopo il cambio iniziale in panchina, ma coach D’Agostino si è rivelato la guida giusta per Meduri e compagni, che nonostante le difficoltà, hanno dato l’ennesima prova di compattezza di squadra. Adesso si stacca la spina, ma quando si parlerà del prossimo campionato, bisognerà tenere ben presente che Villa potrà nuovamente giocarsi l’accesso ai play off.

Paolo Messina