Domenica, 29 Gennaio 2023
 
    Instagram         
 
liceo
 
bagnara sas -
LOGO UNIEURO 

BAGNARA CALABRA Divieto di accesso ai cani in Villa comunale: nuova ordinanza del Sindaco

  • Categoria: Politica
Villa comunale di Bagnara CalabraVilla comunale di Bagnara CalabraIl sindaco Adone Pistolesi ci ripensa e vieta l'accesso ai cani, anche al guinzaglio, nella Villa comunale della cittadina della Costa Viola. Non sono mancate le polemiche in questi mesi a seguito della scelta della nuova Amministrazione di far entrare i cani in Villa, ed è probabile che  anche questa ennesima ordinanza  farà molto discutere. Il dibattito è aperto, e come al solito si sviluppa sui social con i favorevoli ed i contrari pronti a darsi battaglia.
A dire il vero l'ordinanza non si occupa solo di animali ma disciplina l'apertura e la chiusura della Villa, oltre a tutta una serie di indicazioni che riguardano la fruizione dell'importante sito. La Villa comunale resterà aperta dalle ore 8.00 alle ore 24.00 dal 1° aprile al 30 settembre (Periodo estivo), e dalle ore 8.00 alle ore 21.00 dal 1° ottobre al 31 marzo (Periodo invernale). Oltre ai cani è vietato l'accesso ai motocicli e ad ogni altro mezzo a motore, ad eccezione dei mezzi di servizio per la manutenzione del parco, per lo scarico di merci/materiali, e di soccorso e delle Forze dell'Ordine. E' vietato inoltre consumare bevande in bottiglie di vetro ed abbandonarle, gettare fuori dagli appositi cestini qualsiasi tipo di rifiuto, calpestare le aiuole, recidere i fiori e le piante, manomettere o deteriorare l'arredo urbano e le strutture esistenti, utilizzare impropriamente le panchine, arrampicarsi sui muri di cinta, sulle cancellate e/o recinzioni, sui pali dell'illuminazione e simili.
La scelta di vietare l'ingresso ai cani, viene evidenziato nell'ordinanza, prende spunto "dal mancato mancato rispetto delle comuni regole di vita civile derivanti da reiterate violazioni dell'obbligo di rimozione delle deiezioni canine, nonché dell' obbligo di mantenere i cani al guinzaglio>>. Da qui <<l'esigenza, pertanto, di disporre nuove e più idonee misure volte a garantire la fruizione di tale spazio pubblico a tutti i cittadini, ed in particolare ai bambini che frequentano il parco, in condizioni di massima igiene, decoro e vivibilità>>.
 
Red