Mercoledi', 17 Agosto 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
bagnara sas -
LOGO UNIEURO 

BAGNARA CALABRA "La Bagnara che Vogliamo": Primo Consiglio Comunale tra dimenticanze e annunci solo di facciata

  • Categoria: Politica

Gruppo Consiliare La Bagnara che VogliamoGruppo Consiliare La Bagnara che VogliamoIl "volemose bene" a prescindere non appartiene alla nostra cultura politica

Il nostro ruolo di minoranza costruttiva, dialogante e di buon senso (un dialogo improntato nel rispetto del lavoro svolto nel passato, proiettato verso gli anni a venire), non può prescindere dall’essere anche puntigliosi riguardo alle dinamiche politiche ed amministrative.

Il mancato annuncio della Giunta e dell'assegnazione delle deleghe ai Consiglieri nella prima seduta del Consiglio Comunale o è stata una clamorosa dimenticanza oppure ha voluto mascherare semplicemente la precisa volontà di “soprassedere” per trovare i “giusti” equilibri in seno alla neonata maggioranza. Strano, perché nei giorni scorsi sono stati resi pubblici nomi e deleghe, anche se frettolosamente cambiati in un altro documento. Un’altra dimenticanza del Sindaco è stata il non aver inserito il P. S. A. nelle linee programmatiche, cosa che, purtroppo, dovrebbe far riflettere su quale visione di sviluppo hanno della nostra città.

Non possiamo non notare, inoltre, che dello sbandierato "cambiamento radicale", nei primi 15 giorni, non v’è alcuna traccia. Anzi, la riconferma del Segretario e di tutti i Capi area va in totale controtendenza rispetto a quanto annunciato in pompa magna prima delle elezioni e ancora oggi. E’, poi, evidente (gli eventi elettorali e post elettorali ce ne hanno dato la certezza) che è avvenuta una trasformazione: la compagine civica "Insieme per un futuro" si è tramutata in una coalizione prettamente di Centro Sinistra. La stessa Sinistra che ha fatto valere l'accordo (pre-elettorale) sulla nomina da esterno da Assessore ai Lavori Pubblici dell'Arch. Demetrio, dopo che era stata bocciata dall'elettorato bagnarese. Insomma accordi mantenuti da una parte e non mantenuti dall'altra, alla faccia della libertà di azione e di pensiero.

Intendiamo, comunque, formulare un augurio per un proficuo lavoro al neo eletto Presidente del Consiglio Paolo Gramuglia. Apprezziamo il gesto di concederci la vice Presidenza del Consiglio, andata alla nostra Domy Randazzo, la più giovane Consigliera eletta. Naturalmente, confermiamo che, quando saremo chiamati a discutere, risponderemo presente, nell'interesse esclusivo dei cittadini bagnaresi.

Precisiamo, però, che il "volemose bene" a prescindere non appartiene alla nostra culturapolitica. Anzi, pensiamo che, nel rispetto dei ruoli di rappresentanza, sia importante che al più presto ci vengano assegnati i locali dentro la casa comunale, quale luogo in cui poter lavorare al meglio per poter dare voce a quei 2506 cittadini che ci hanno votato e per un confronto più vicino e proficuo sulle problematiche da affrontare.

Nell'interesse di tutta la comunità abbiamo pubblicamente richiesto che, nei prossimi Consigli Comunali, si parli di:

-              opere pubbliche;
-              idrico 2017:
-              sanità (casa di comunità);
-              acquisizione delle ex case popolari;
-              scuole.

Si tratta di temi di notevole importanza per la cittadinanza.

Le risposte concrete ai bisogni e alle istanze dei nostri concittadini saranno al centro della nostra azione politica, come espressione di una minoranza sempre attenta e attiva, al servizio del nostro paese.

Gruppo consiliare “La Bagnara che vogliAmo”