Sabato, 2 Luglio 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
LOGO UNIEURO 

BAGNARA CALABRA Il programma elettorale della lista "Insieme per un futuro"

  • Categoria: Politica
Adone Pistolesi candidato a SindacoAdone Pistolesi candidato a SindacoELEZIONI AMMINISTRATIVE 12 GIUGNO 2022 PROGRAMMA ELETTORALE INSIEME PER UN FUTURO
“LISTA CIVICA”. CANDIDATO A SINDACO Pistolesi Adone
 
CANDIDATI CONSIGLIERI Bagnato Vincenzo Caratozzolo Graziella Cardona Giuseppe Cosentino Stefano Demetrio Annunziata Fedele Rocco Garoffolo Domenica Gramuglia Paolo Iannì Letteria Laurendi Domenica Maiorana Francesco Antonio Parrello Santa Randazzo Angela Raneri Andrea Salerno Rocco Surace Giuseppe
 
COMUNE AMICO
Spieghiamo, innanzitutto, che non seguiremo i canoni classici della gestione amministrativa, che contemplano una forma piramidale e accentratrice delle cariche pubbliche (Sindaco, Assessori, consiglieri), dimenticando tutti gli altri soggetti esistenti sul territorio (associazioni, movimenti, cittadini). Pur nel rispetto dell'obbligo di individuare i responsabili di ogni settore (Assessori), ad ognuno di essi verrà affiancato un gruppo di lavoro costituito da, un consigliere e uno dei candidati non eletti. Da subito saranno effettuati degli incontri con tutte le attività produttive esistenti nel territorio, finalizzati a concordare un'azione sinergica per affrontare l'imminente stagione estiva. Saranno istituite delle consulte di settore (pescatori, agricoltori, attività turistiche, artigiani). Analogamente sarà fatto per le associazioni che si occupano sia del sociale che dello sport. Periodicamente, infine verranno convocate assemblee rionali per ascoltare le problematiche locali e trovare insieme le soluzioni. Entro due mesi dall'insediamento, ogni Assessore dovrà predisporre una dettagliata relazione sullo stato delle cose nei settori di competenza, proponendo le soluzioni alle problematiche e indicando le fonti di finanziamento extra comune, questo dovrà diventare prassi consueta al fine di una rendicontazione del proprio operato. Trasparenza, meritocrazia, legalità e buona amministrazione saranno gli obiettivi primari da raggiungere. Da questo punto, indichiamo per ogni settore cosa vogliamo fare:
 
TRASPARENZA AMMINISTRATIVA
La trasparenza amministrativa è il principio in base al quale le attività della pubblica amministrazione devono essere rese accessibili ai cittadini. Per favorirla, le informazioni devono circolare in modo efficace sia all'interno sia all'esterno dell'amministrazione. La trasparenza diventa quindi un mezzo idoneo per consentire la partecipazione e il controllo sull'operato della pubblica amministrazione, che cerca un dialogo con i propri cittadini, ponendoli, in tal modo, al centro dell'azione amministrativa. In tale ottica, adotteremo una politica in grado di ottimizzare forme di comunicazione capaci di interagire con la comunità. Pertanto, sarà potenziato il sito web del Comune tramite lo sviluppo di un APP Mobile per consentire, attraverso la registrazione delle utenze, l'accesso alla modulistica ad uso personale e consentire agli utenti di evitare code agli sportelli, recandosi personalmente al comune e di ricevere notifiche in relazione ai servizi disponibili (allerta meteo, ordinanze pubbliche). Inoltre, verrà istituito uno Sportello Comunale per le informazioni di servizio al cittadino (inteso come singolo o nucleo familiare) che consenta di confrontarsi con l'amministrazione comunale. Saranno, inoltre, istituiti percorsi di confronto con i cittadini il consolidamento delle consulte e attraverso incontri periodici e programmati nella casa comunale. Sono da aggiornare sia lo Statuto Comunale sia il Regolamento del consiglio comunale e delle commissioni. Infine, è intenzione di questa Lista Civica riconoscere alle minoranze la vice presidenza del Consiglio Comunale e delle commissioni, che saranno rese funzionanti coinvolgendole in tutte le scelte dell’amministrazione. 
 
Organizzazione comunale Il personale comunale è sottodimensionato rispetto ai parametri ordinari del rapporto cittadini/dipendenti. Carenza di vigili urbani ed addetti all'ufficio tecnico, due settori dove occorre impegnare risorse, se possibile attraverso una mobilità interna oppure attraverso dei concorsi pubblici. Questi darebbero nuova linfa all'Ente, in quanto potrebbero dare opportunità di lavoro nel territorio, occupando risorse umane destinate a realizzarsi altrove. I pochi concorsi banditi non sono assolutamente sufficienti per rimettere in moto la macchina burocratica. Pertanto, è necessaria una immediata revisione della pianta organica adeguandola alle necessità e coprire i posti vacanti. Occorre puntare ad una maggiore efficienza e produttività dei vari uffici, riorganizzandoli, formando il personale nei processi di digitalizzazione e rimodulando gli orari di servizio in funzione delle necessità degli utenti. Infine, per assicurare la massima produttività degli uffici comunali sarà indispensabile la totale copertura delle Aree.
 
BILANCIO E PIANO TRIBUTI 
Una delle note più dolenti dell’ultimo decennio riguarda le casse comunali che una politica dissennata ha completamente svuotato portando il comune al dissesto finanziario. In questi ultimi anni, contrariamente a quanto dichiarato, le cose non sono migliorate, in quanto le tasse continuano a non essere incassate e i creditori sono pagati con notevole ritardo. Inoltre, nonostante si sia dichiarata l'uscita dal dissesto (che non è altro che un fatto fisiologico, a meno che non si dichiari un altro dissesto) le tasse sono rimaste invariate e i cittadini hanno continuato a pagare secondo le aliquote massime consentite, non ricavando alcun vantaggio. Se si pensa, inoltre, che si sono accumulati negli ultimi sei anni (dalla dichiarazione di dissesto in poi) ulteriori residui attivi (cioè mancati incassi) dovuti a entrate proprie (IMU, TARSU, Servizio Idrico, ecc.) per circa 10 Milioni di euro (fonte bilancio 2022 approvato dal Consiglio), ci si rende conto che non siamo per niente usciti dall’emergenza. Pertanto, occorre predisporre un’operazione di recupero dei crediti (anche mediante rateizzazione delle tasse pregresse) e reperire nuove risorse (vendita case popolari, pratiche bloccate condono edilizio, vendita loculi cimiteriali, concessioni edilizie bloccate, eventuale tassa di soggiorno, parcheggi a pagamento). Tutto ciò al fine di avere maggiori entrate per ridurre le tasse e dare più servizi ai cittadini. Altra operazione nel settore tributi comunali è quella di rivedere la determinazione delle tariffe, attualmente fortemente penalizzanti per le famiglie numerose e con redditi bassi. Compito della nostra amministrazione sarà quello di migliorare alcuni aspetti dolenti del bilancio comunale, che se trascurati, nel tempo, potrebbero portare nuovamente l’ente al dissesto. 
 
Sarà quindi compito dell’amministrazione ridurre la parte accantonata per il FCDE (Fondo crediti dubbia esigibilità). Per farlo sarà necessario aumentare la riscossione dell’entrate proprie. Sarà necessario utilizzare fonti di finanziamento alternative all’indebitamento, infatti il nostro comune presenta una situazione debitoria molto precaria, pagando annualmente, tra quota interessi e quota capitale, € 841.740,24 (Rendiconto 2021) per rimborso prestiti dovuti a mutui e ad anticipazioni di liquidità. Inoltre, siamo ancora in attesa della relazione finale dell’OSL, che con molta probabilità lascerà una massa passiva che andrà a pesare sul bilancio ordinario e che quindi dovrà essere ripianata nel tempo in aggiunta ai debiti già presenti che ricordiamo sono stati contratti dal 2016 ad oggi. Altra possibile fonte di finanziamento è data da operazioni di Project Financing attuabili per la realizzazione e gestione di opere pubbliche.
 
L’obiettivo della nostra amministrazione dal punto di vista finanziario sarà quello di aumentare le entrate nelle casse comunali che si rifletterà in un aumento dei servizi e del benessere sociale della cittadinanza. Il tutto dovrà avvenire evitando l'aumento delle tasse per i residenti, puntando nel tempo alla loro riduzione, in attesa anche che a livello nazionale vengano definiti i LEP (livelli essenziali di prestazione), il che vorrebbe dire un aumento delle entrate legate ai fondi perequativi. Sarà altresì necessario informatizzare il servizio tributario, permettendo all’utente di verificare tramite sito web lo storico della propria situazione tributaria, dando anche la possibilità di effettuare pagamenti online direttamente tramite il portale comunale rendendo perciò più veloce ed efficiente il servizio di riscossione. Il nostro comune potrebbe reperire quelle risorse necessarie a garantire un'erogazione efficace dei servizi alla cittadinanza e stanziare somme in quei capitoli di bilancio (per esempio: giovani, turismo, sport) che in questi anni non sono stati totalmente considerati tramite il miglioramento della riscossione (in particolare del canone idrico, per il quale si potrebbe pensare ad un affidamento del servizio), l’aumento delle entrate extra tributarie attribuibili al Titolo 3 (parcheggi a pagamento, vendita alloggi popolari ecc.), un aumento dell’entrate legate agli OO.UU (oneri di urbanizzazione/pratiche edilizie), l’inserimento della tassa di soggiorno, già presente in quasi tutti i comuni con un consistente flusso turistico, che non graverebbe sulla popolazione residente e che darebbe anche al comune la possibilità di avere un guadagno dai turisti che arrivano nella nostra cittadina nel periodo estivo e un eventuale aumento del fondo perequativo dovuto al calcolo dei LEP. È ipotizzabile inoltre un potenziamento dell'ufficio tributi al fine di migliorare il rapporto con i cittadini e ridurre il contenzioso, attraverso la creazione di uno sportello aperto ai contribuenti.
 
POLITICHE SOCIALI
 
Famiglia Occorre riconoscere, nell'ambito delle politiche locali, un ruolo centrale alla famiglia come aggregazione fondamentale, sostenendola in ogni fase del suo percorso sociale con tutti i mezzi di cui la legge dispone, potenziando per esempio la fornitura di servizi, ottimizzando le spese comunali con effetti positivi per i contribuenti. A tal fine, saranno adottate procedure di analisi mirate a ridefinire i parametri di effettiva necessità nel nostro territorio, per fornire agevolazioni che mirino a raggiungere l'equità nel rapporto reddito nucleo familiare e fornire servizi rispondenti agli effettivi bisogni riscontrati. Saranno, pertanto, attuate forme di revisione delle tariffe (acqua, tassa smaltimento rifiuti ecc.) tenendo conto del reddito, dei componenti il nucleo familiare, della presenza nello stesso di soggetti deboli, del rapporto plusvalenza calcolato dagli effetti dell'aumento del volume di rifiuti differenziati, ridistribuendolo in uno sgravo fiscale a vantaggio del cittadino. Il rispetto della persona è un valore da collocare ai primi posti della gestione amministrativa, per cui saranno promosse azioni che mirano a favorire la solidarietà, l'integrazione e la condivisione dei bisogni dei singoli.
 
Giovani e Bambini I giovani, la loro energia e il loro entusiasmo sono la più grande e vera risorsa del paese. Essi rappresentano il presente ma soprattutto il futuro della nostra comunità. Vogliamo convogliare la loro linfa, giovane e vitale, a beneficio di tutti. Renderli uno strumento di promozione sociale e di contrasto alla miseria morale e materiale attuando un percorso formativo di coinvolgimento, responsabilizzazione e di avvicinamento alla politica tramite:
• la promozione e la realizzazione di eventi culturali e ricreativi;
• sostegno ai servizi per i bambini e alla prima infanzia;
• lo sport e l'inclusione sociale;
• le convenzioni con associazioni;
• l’istituzione della Consulta Giovanile Comunale;
• incontri formativi rivolti all'imprenditoria giovanile per favorire i processi di conoscenza dei mercati, finalizzati alla crescita di nuove attività;
• l'istituzione, con l'ausilio delle scuole, di un Consiglio Comunale per ragazzi, con incontri periodici a tema, che favoriscano l'avvicinamento consapevole dei giovani alla politica e alle istituzioni, poiché saranno loro la futura classe dirigente.
 
Particolare attenzione sarà dedicata ai ragazzi e ai giovani con la promozione di tutte le attività possibili atte a prevenire le nuove forme di dipendenza giovanile causa di disagio e devianze che diventano per le famiglie e per la società un reale problema da affrontare e gestire.  Diventa quindi cruciale una reale e concreta sinergia tra tutte le scuole presenti sul territorio, l’Azienda Sanitaria, la Protezione Civile, le Associazioni, le Forze dell’Ordine ed i servizi sociali comunali per proporre attività sistematiche e periodiche che mirino ad allontanare dalla nostra comunità qualsiasi forma di disagio giovanile.
 
Infine, supporteremo le iniziative legislative al momento in discussione presso la prima Commissione Affari Costituzionali a sostegno del "voto fuori sede", o a "distanza", come già fatto nel maggio 2021 attraverso la presentazione della mozione Valarioti. Il diritto al voto è un principio cardine della Costituzione italiana, così come sancito dagli artt. 3 e 48.
 
Anziani e persone con disabilità Uno degli obiettivi della lista civica è quello, in prospettiva, di realizzare incontri culturali e di socializzazione, di modo che la popolazione più anziana del paese possa rendersi attiva e sentirsi utile alla comunità, facendosi, al contempo, partecipe del recupero della memoria storica, delle tradizioni locali e della valorizzazione delle competenze dei singoli. Ciò potrà avvenire attraverso un utilizzo più congruo degli immobili di proprietà comunale o di proprietà pubblica ricadenti sul nostro territorio, proprietà che dovranno essere fruibili a tutte le associazioni e ai movimenti cittadini che potranno agevolare il percorso di crescita sociale e culturale a beneficio dell'intera comunità. Sarà garantito un capitolo apposito per gli anziani mediante assistenza domiciliare fornita da operatori socio sanitari e data priorità ai fondi PAC (PIANO AZIONE E COESIONE). Ci attiveremo inoltre per porre le necessità delle persone con disabilità al centro della nostra azione amministrativa. Lavoreremo per garantire un servizio di assistenza scolastica con educatori professionali e per realizzare un centro ludico-ricreativo in una sede comunale. 
 
Immigrazione Istituzione presso l'ufficio servizi sociali di uno sportello unicamente destinato alle cittadine e ai cittadini extra-comunitari presenti sul territorio al fine di supportarli con adeguate informazioni circa le normative in materia di immigrazione e di misure sociali ad essi destinate.
 
Va ripristinato il servizio di assistenza domiciliare, valutando le reali necessità, istituendo il Fondo per le persone non autosufficienti, incrementando gli interventi di competenza dell'ASP con iniziative assistenziali attivate dall'amministrazione comunale, a razionalizzare in modo efficace gli interventi destinati ai soggetti disabili, che secondo quanto previsto dalla Legge 104/92, art. 8, hanno diritto a uno spazio appositamente strutturato ed idoneo, che favorisca il processo di crescita e d'integrazione sociale, offrendo valide occasioni per sviluppare e migliorare le capacità relazionali e i legami che l'individuo instaura con la comunità. L'obiettivo è quello di assolvere alla funzione socio-educativa sul singolo individuo, mirata a recuperare le capacità fisiche e intellettuali per migliorarne il livello e l'inserimento sociale.
 
Un ruolo essenziale nel sociale è svolto dal volontariato. In tal senso intendiamo avviare un processo di sensibilizzazione dei cittadini che miri a promuovere ogni forma di impegno e disponibilità per attenuare i bisogni dei più deboli.
 
POLITICHE SCOLASTICHE E CULTURALI 
La drammaticità della condizione scolastica è sotto gli occhi di tutti, in particolare delle famiglie e degli studenti che nell'arco di cinque anni hanno assistito alla chiusura delle scuole Vincenzo Morello e Paolotti per inagibilità. Disagio per la popolazione studentesca, per il personale scolastico e per le famiglie che sono state costrette a condividere gli unici edifici rimasti: il plesso "V. Fondacaro" (rione Marinella), i locali scolastici siti in via Melarosa e in via XXIV Maggio (rione Porelli, con la riapertura del vecchio edificio ospitante un tempo la scuola elementare), che non solo sono risultati sovraffollati ma anche distanti dagli edifici scolastici d'origine con conseguente ulteriore disagio per la mancanza di uno scuolabus. Priorità dell'azione amministrativa sarà di intervenire nell'immediato per garantire il regolare inizio dell'anno scolastico e attivarsi per quanto riguarda le strutture al momento non agibili e ancora in fase di realizzazione. L'assistenza scolastica va garantita e consolidata sia attraverso un servizio mensa efficiente sia mediante l'impiego di più scuolabus per il trasporto degli alunni, in particolare per le persone con disabilità. Occorre, provvedere alla fornitura degli arredi necessari, fornire un'adeguata connessione internet e considerare un sostegno economico per le spese quotidiane. Il Comune dovrà interagire in modo diretto con l'ente scolastico ed essere promotore di progetti che favoriscano un percorso di crescita culturale dei ragazzi "bagnaresi" in modo tale da tramandare la storia del nostro paese anche alle generazioni future.
 
Scuola e Strutture Comunali
• Verifica preventiva degli impianti di riscaldamento e manutenzione caldaie;
• Collaudo degli estintori;
• Verifica della corretta installazione delle porte taglia fuoco in tutti i plessi con annesse uscite di sicurezza;
• Manutenzione dei defibrillatori ed eventuale installazione in tutte le scuole;
• Manutenzione e/o sostituzione degli infissi;
• Verifica di eventuali infiltrazioni d'acqua all'interno delle aule;
• Manutenzione degli impianti.
 
La conoscenza e la cultura sono strumenti fondamentali per la conquista della libertà e per lo sviluppo di una cittadinanza cosciente e consapevole. Sarà impegno dell'amministrazione promuovere un "percorso civico" di iniziative organizzate in collaborazione con gli istituti scolastici per sensibilizzare gli alunni al rispetto dell'ambiente e alla difesa del territorio, inserendo il programma condotto da Eco-Schools, compreso nel percorso che porta al riconoscimento della Bandiera Blu. Altri percorsi civici Pagina 7 di 16 da intraprendere con gli studenti delle scuole saranno volti alla scoperta e alla valorizzazione culturale.
 
Per quanto riguarda l'Auditorium comunale impegneremo tutte le forze in campo al fine di agevolare l'utilizzo di un bene pubblico mai reso fruibile alla comunità, con la creazione del POLO SUD laboratorio, che comprenda anche un museo, vero centro di aggregazione culturale. Un'attenzione particolare va, inoltre, rivolta all'ex villa De Leo di Pellegrina, ristrutturata, ma da diversi anni abbandonata all'incuria, che deve essere completata ed utilizzata a fini aggregativi, culturali e sociali.
 
Un altro tema importante da affrontare è quello riguardante i beni immobili costituiti dalle case popolari, acquisite al patrimonio comunale negli ultimi anni e procedere a indire un bando pubblico che permetta agli attuali affittuari di poterli riscattare. Procedere alla verifica degli immobili di proprietà comunale destinando alcuni di essi agli Enti che operano nella promozione culturale, sociale e nel terzo settore, anche attraverso il ricorso alla concessione in comodato d'uso gratuito.
 
POLITICHE TURISTICHE 
Le politiche economiche e turistiche comprendono la pesca e l'agricoltura, il turismo balneare e rurale, il rilancio del porto, la resa dei servizi turistici, l'urbanistica cittadina e la viabilità, in particolare nel periodo estivo.
 
Partendo dal ricollocamento dell'isola pedonale sul Corso Vittorio Emanuele con la necessità di sviluppare, attraverso un nostro progetto, già in itinere, un’area parcheggio.
 
Il nostro programma prevede:
• lo sviluppo di politiche turistiche atte alla promozione delle nostre eccellenze enogastronomiche, quali il torrone I.G.P. e dei manufatti in ceramica, a sostegno dei nostri artigiani;
• la valorizzazione dei nostri terrazzamenti;
• la riedizione della tradizionale "Estate Bagnarese";
• il sostegno al Premio Mia Martini;
• la Sagra del Pescespada;
• la rigenerazione e il sostegno all'Associazione Turistica Pro Loco;
• recupero dei nostri antichi percorsi rurali, agevolando lo sviluppo della "rete dei sentieri della Costa Viola" avvalendoci delle preziose collaborazioni delle associazioni e dei comuni della Costa Viola;
• valorizzazione dei borghi antichi come Porelli, Ceramida, Pellegrina e Solano, attraverso, tra l'altro, il ripristino delle pavimentazioni in pietra di alcune strade comprese Pagina 8 di 16 alcune vie storiche del Centro città (e.g. via SS. Maria del Rosario, Pietraliscia etc);
• ipotizzare la creazione nelle aree più abbandonate di "paesi albergo", in considerazione delle numerose abitazioni in disuso. Si creerebbe un sistema virtuoso di lavoro e di continuità abitativa, dando nuova vita ad un patrimonio edilizio altrimenti destinato a morire e a diventare un'emergenza urbanistica ed ambientale;
• recupero dei siti e delle fontane storiche;
• La creazione di campi boa per l'ormeggio turistico cittadino per grandi imbarcazioni e medio piccole.
• il recupero del sito del bastione di Marturano e dell'annesso Anfiteatro;
• manutenzione e risanamento statico del Ponte di Caravilla;
• la programmazione annuale di eventi letterari, musicali, sportivi, teatrali;
• la conservazione e valorizzazione delle tradizioni popolari a carattere laico e religioso.
 
Pesca La pesca è fonte di lavoro per innumerevoli famiglie del rione Marinella. Sono note a tutti le difficoltà degli ultimi anni, soprattutto nel settore della pesca del pescespada, a causa delle restrizioni decise dalle norme comunitarie. Per attenuare tale situazione, si cercherà di attuare delle scelte diverse rispetto al recente passato, agevolando il percorso UNESCO legato al pescespada, già in sviluppo nell'Area dello Stretto, cercando di riportare la pesca nel processo di recupero storico/artistico, agevolando la promozione a carattere nazionale delle arti marinare. Un altro obiettivo di carattere turistico è la formazione professionale degli operatori del mare, con la creazione di percorsi che, gradualmente, porteranno chiunque voglia conoscere gli stili di vita e le abitudini di chi vive in mare, ad un approccio diverso che abbia come principio la tutela e il rispetto per il mare.
A tale scopo introdurremo una campagna promozionale per le arti del mare e degli stage di formazione, che con la collaborazione degli enti locali preposti mirino allo sviluppo di nuove formule turistiche come la pescaturismo e l'ittiturismo, cercando di aiutare il pescatore a diversificare la propria attività prevalente, in modo da ottenere un miglioramento del proprio reddito e, contemporaneamente, promuovere la cultura per il mare e valorizzare la tradizione della pesca. Ciò porterà ad un maggiore rispetto per l'ambiente ed educherà alla salvaguardia della biodiversità.
Agevoleremo una maggiore funzionalità del porto, l'approdo dei pescherecci e le attività da diporto, in concomitanza con gli obiettivi strutturali in corso di progettazione, complementari a sostegno dell'economia marittima ed alla messa in sicurezza dell'infrastruttura portuale. Inoltre, in futuro, si intende creare un sistema gestionale del porto con società mista, tramite la collaborazione tra pubblico e privato. La realizzazione di magazzini di deposito dell'attrezzatura da pesca al servizio dei pescatori e di un monumento ai pescatori in prossimità dell'area portuale. Nel nostro programma, in concomitanza con il nascituro "Contratto di Costa", è inserito un progetto pianificato di ripascimento costiero dell'intero litorale marino che comprenda tutta l'area ricadente nel territorio costiero di Bagnara Calabra.
 
Agricoltura Tradizione antichissima è quella del lavoro agricolo, fatto di sudore e fatica, soprattutto nella cura dei vigneti a terrazzo che circondano la nostra cittadina. I nostri antenati hanno ridato vita alle rocce riutilizzandole nella costruzione dei muretti a secco, costruendo decine di chilometri di "armacie" intorno alle colline che cingono Bagnara, una vera e autentica opera d'arte. La realizzazione di terrazze ha agevolato lo sviluppo agricolo della coltura della vite. Diverse sono le varietà di uve che si coltivano: Zibibbo, Malvasia, Prunesta e vite Calabrese. Le particolari condizioni climatiche che caratterizzano l'area, permettono di ottenere delle uve con qualità organolettiche particolarmente pregiate.
In questi anni sono state diverse le iniziative intraprese per il recupero dei terrazzamenti abbandonati, con la nascita della Comunità Slow Food per lo Zibibbo di Bagnara Calabra e successivamente, di cooperative di viticoltori, in ultimo, l'avvio del percorso ministeriale UNESCO. Il nostro impegno sarà quello di rendere meno faticoso questo lavoro attraverso la costruzione di strade inter poderali, procedendo all'assegnazione di una struttura comunale per la creazione di una Cantina Sociale, dove i produttori associati in cooperative, potranno conferire le loro uve coltivate per realizzare in loco dei vini importanti in modo diretto ed agevolare il percorso "Calabria Straordinaria" che porti ad un percorso vocato all'autenticità, alla creazione di vere e proprie filiere vitivinicole, sviluppando, nel contempo, la nascita di marchi di eccellenza sul territorio, incentivando ancor più al ritorno alla terra partendo proprio dal rilancio della produzione vinicola.
 
Sviluppo piano turistico Il turismo si colloca tra le fonti principali di sviluppo del nostro territorio. Collaborazioni tra città Metropolitana di Reggio Calabria e Costa Viola consentirebbero lo sviluppo concreto di tali finalità. Un rafforzamento di collegamenti estivi con lo scalo aeroportuale, con un annesso scalo turistico marittimo, sono solo alcuni dei principali piani che proporremo. La mitezza del clima consente di allungare i periodi turistici dalla primavera all'autunno inoltrato e, a tal fine, pensiamo che, fornire sostegno amministrativo alle strutture che offrono servizi nel settore turistico, sia la chiave di volta per un rilancio dello stesso. Pensando alle aree rurali delimitate nelle frazioni, lo sviluppo di una partnership con l'ente Parco Nazionale D'Aspromonte, con le sue guide private già operanti nel territorio collinare e con i tour operator consentirebbe di diversificare e destagionalizzare l'offerta turistica. Per fare ciò è necessario coordinarsi assieme agli altri comuni dell'area con delle politiche di investimento sul turismo sostenibile, rilanciando, come citato sopra, il recupero del percorso cittadino dei vecchi sentieri. Sosterremo in modo preponderante la riqualifica  degli antichi sentieri, percorsi che, in passato, servirono agli agricoltori per raggiungere i terreni. Il nostro territorio comunale comprende: “il sentiero Francese”; “il sentiero Tracciolino”; “il sentiero degli Antichi Mestieri”; “il sentiero Cocuzzo”. Sarà necessario che il comune si faccia carico della manutenzione, andando incontro alle associazioni che, da anni, si prodigano nel territorio per il loro mantenimento. Inoltre, sarà necessario inserire cartelli didattici che segnalino le bellezze naturalistiche e storico-architettoniche, mettendo a disposizione delle aree comunali per intercettare dei siti per la creazione di servizi con delle nuove concessioni comunali ed un'area per lo sviluppo di un HUB turistico che consenta alle aziende di settore di offrire i propri pacchetti turistici e servizi personalizzati, partendo direttamente da un punto di ritrovo identificato per tutti, progetto inserito nel percorso turistico rurale e non solo. Sarà necessario qualificare alcuni quartieri con nuove forme di economia legate al turismo, soprattutto Marinella e frazioni, con un adeguato lavoro di sensibilizzazione e affiancamento organizzativo. Si potrebbe cercare di integrare l'economia di Marinella sostenendo nuove autorizzazioni per la creazione di attività di ristorazione e negozi di prodotti tipici, programma auspicabile anche per il rilancio delle frazioni.
 
POLITICHE AMBIENTALI
Il rispetto dell'ambiente avrà un ruolo fondamentale nel nostro programma e lavoreremo per esso, per la salvaguardia del nostro territorio e della salute pubblica.
 
In linea con le politiche comunitarie miriamo a rendere il nostro comune plastic free, partendo proprio dalla casa comunale, dove sarà messo al bando il consumo di plastica monouso.
 
Puntiamo ad un aumento consistente della percentuale di raccolta differenziata, che permetterà di conferire una quota minore di scarto non riciclabile in discarica, abbattendo così i costi legati alla discarica e di conseguenza diminuendo la tassa sui rifiuti a carico dei cittadini.
 
Sarà altresì necessario ripensare alla raccolta dei rifiuti in chiave moderna, incentivando il cittadino a differenziare tramite dei “premi” legati alla percentuale di differenziata ottenuta. Per farlo però il comune, tramite anche i fondi del PNRR dovrà dotarsi di moderni macchinari per la raccolta dei rifiuti che permetteranno di catalogare e pesare i rifiuti conferiti, il tutto tramite documento di riconoscimento (tessera fiscale), come già accade in molti comuni italiani, con ottimi risultati. Le nostre politiche mirano al risparmio energetico sostenendo le fonti di energia rinnovabili. Al tal fine proporremo, sin da subito, la costituzione delle comunità energetiche rionali. Altro obiettivo, che si pone tra quelli principali, è avviare qualsiasi atto che possa garantire l'acqua corrente in tutte le case, per tutto l'anno, partendo da un'analisi delle cause che, ad oggi, non hanno permesso la determinazione di interventi mirati alla risoluzione. Contestualmente verranno effettuati controlli atti ad eliminare gli sprechi e le eventuali perdite. 
 
Riguardo la discarica "La Zingara" Melicuccà ci attiveremo da subito per monitorare quanto è in corso d'opera, mettendo al centro la salvaguardia della salute pubblica e degli interessi economici e produttivi delle aree ricadenti nel territorio.
 
Particolare attenzione alla cura e pulizia della spiaggia pubblica per la quale dedicheremo un capitolo speciale alla voce decoro pubblico, avviando contestualmente l'iter che porti nel triennio all'assegnazione della Bandiera Blu per la quale sono previste attività didattiche e la nascita di partenariati. La presenza di un riconoscimento come la Bandiera Blu sarebbe un volano importante per la naturale vocazione turistica ed ambientale di Bagnara.
 
Igiene e decoro pubblico Il decoro urbano, oltre che costituire un fondamentale elemento di immagine per un paese a vocazione turistica, è anche salvaguardia della salute. Sarà, pertanto, curato con particolare attenzione questo settore.
 
Ogni soluzione intrapresa mirerà alla concreta riduzione del conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati con conseguente riduzione delle spese, attraverso una virtuosa gestione del ciclo dei rifiuti e delle aree ecologiche provvedendo in primis alla dismissione delle isole ecologiche del vetro di piazza Matteotti e nel piazzale Musella, divenute aree di degrado ambientale.
 
DISSESTO IDROGEOLOGICO
Il dissesto idrogeologico è un problema ambientale particolarmente diffuso, a causa della tipologia del territorio e dall'abbandono umano dei terrazzamenti che contornano l'area, con conseguenze spesso molto ingenti, sia in termini economici, che ambientali. Con dissesto idrogeologico si intende una degradazione del suolo, a causa dell’erosione delle acque superficiali.
 
Il PNRR prevede investimenti, ad esempio per la realizzazione di un sistema di monitoraggio e di previsione dei rischi sul territorio o ancora esplicitamente per la riduzione del rischio idrogeologico in Italia, stanziando 2,5 miliardi di euro. Per ridurre il rischio dovuto al dissesto idrogeologico è fondamentale insistere su azioni di previsione, prevenzione e mitigazione degli effetti.
 
Gli investimenti per mettere in sicurezza l’intero paese devono riguardare le attività finalizzate a pianificare gli interventi di gestione e cura del territorio, inclusa una manutenzione dei terrazzamenti. Significa monitorare le condizioni del territorio, effettuare ed aggiornare attentamente gli studi sulla pericolosità e sul rischio, ma anche aiutare i coltivatori con azioni di impatto e con una costante sensibilizzazione sul tema.
 
POLITICHE SANITARIE
La salute è un diritto di tutti, tutelato dalla costituzione italiana, e il servizio sanitario nazionale attraverso le strutture e i servizi radicati sul territorio ha lo scopo di garantire a tutti i cittadini, in condizioni di uguaglianza, l'accesso all'erogazione equa delle prestazioni sanitarie.
 
Le agenzie sanitarie di cui il cittadino può fruire nel nostro ambito comunale sono:
• medici di medicina generale;
• continuità assistenziale;
• Poliambulatorio A.S.P.
 
Alla luce delle risorse presenti, ci si impegna a garantire il corretto funzionamento delle strutture, implementandone alcuni aspetti.
 
Innanzitutto, l’offerta specialistica al poliambulatorio, punto di riferimento per tutti i comuni limitrofi, va incrementata chiedendo la collaborazione e l’invio di medici specialisti ad oggi non presenti:
• specialista Oncologo Medico per il controllo dei numerosi pazienti oncologici costretti a controlli frequenti e periodici e a spostamenti;
• specialista Fisiatra, Ortopedico, Reumatologo, Dermatologo, Chirurgo generale, Dentista e di personale amministrativo ad oggi estremamente carente.
 
Di cruciale importanza è anche l’istituzione di un Centro Prelievo del Sangue indispensabile soprattutto per le persone anziane e di un Consultorio Familiare.
 
Da risolvere l’annosa questione di un'ambulanza che dovrebbe essere presente h24 sul territorio comunale e correlata da un piano di primo intervento mediante disponibilità di personale medico e paramedico da utilizzare per tale servizio salvavita da dislocare c\o la postazione di Guardia Medica. Pur essendo il territorio sufficientemente fornito di defibrillatori semiautomatici, è fondamentale, dopo la rianimazione, trasportare immediatamente il paziente in ospedale, per cui è indispensabile il servizio di ambulanza.
 
Il servizio di Guardia Medica (Continuità Assistenziale) va anch’esso inquadrato in un piano di primo intervento territoriale concordato da Comune e Azienda Sanitaria. Un paese a vocazione turistica deve, inoltre, poter contare su un servizio di guardia medica e di primo soccorso durante tutta la stagione estiva anche nei giorni feriali h24.
 
Si proporrà la dotazione di un cardio telefono che consenta un rapido consulto con il GOM di Reggio Calabria per le urgenze cardiologiche.
 
Con la collaborazione dei medici di medicina generale, sarà infine aggiornato il Registro Tumori allo scopo di aiutare la ricerca scientifica.
 
Obiettivo fondamentale sarà anche quello di educare alla prevenzione per il benessere psico - fisico e la salvaguardia della salute per ridurre drasticamente l’evolversi di malattie cronico - degenerative.
 
Sarà nostra priorità quella di informare e formare i cittadini di tutte le età attraverso convegni e incontri per consentire loro di adottare un corretto stile di vita e sane abitudini alimentari.
 
URBANISTICA E VIABILITÀ
Allo scopo di decongestionare il traffico urbano, soprattutto nel periodo estivo, sarà di fondamentale importanza l'istituzione di un servizio "navetta" che durante il giorno colleghi maggiormente le frazioni periferiche con il centro. La collaborazione con la Città Metropolitana di Reggio Calabria agevolerà lo sviluppo della metro city nell'area centrale, fornendo i mezzi necessari che consentano di diminuire drasticamente il traffico cittadino su ruote che decongestiona l'area urbana. La diminuzione del traffico extra-urbano con altre linee bus, oltre a contribuire in parte alla risoluzione dei disagi dovuti alla carenza di parcheggi, potrebbe favorire lo sviluppo turistico nelle frazioni. II servizio metro city, comprende i seguenti servizi complementari:
- sosta dei mezzi dell’ATAM nel nostro comune;
- trasporto scolastico; - servizio di trasporto turistico;
- servizio di trasporto nelle zone extra urbane del comune.
 
L'attuale periodo di durata dell'isola pedonale dovrà essere aggiornato e concertato con la cittadinanza e le attività produttive, prevedendo ad ogni incrocio, da Via Roma a Via Don Minzoni con parcheggi a disco orario, al fine di garantire una rotazione continua dei posti auto e non creare nessun danno alle attività commerciali, comprese nella zona, e individuare zone nel territorio da destinare ad area parcheggio.
 
Riteniamo, inoltre, intervenire attraverso:
- un più efficiente servizio di pulizia delle strade sia in centro che in periferia;
- un'azione di vigilanza e sanzione nei confronti di chi non applica le norme relative alla defecazione canina;
- un'azione di vigilanza nei confronti di chi non applica le norme relative allo smaltimento dei rifiuti;
- la progettazione di Bagni Pubblici a pagamento per apposite aree;
- la risoluzione degli scoli fognari abusivi che sfociano sul litorale;
- l'ammodernamento dell'impianto di depurazione ed il ripristino della condotta sottomarina destinata all'evacuazione;
- un piano di protezione civile per la sicurezza della cittadinanza e la salvaguardia del  territorio, che si interfacci con i dispositivi mobili;
- l'individuazione delle aree destinate ad isole ecologiche.
 
LAVORI PUBBLICI
Intervenire sull'efficienza dell'ufficio tecnico, dove ad oggi risultano giacenti numerose pratiche edilizie, con l'obiettivo di fornire un servizio puntuale al cittadino, rimettendo in moto quel processo economico a beneficio delle imprese di costruzioni e dell'indotto nel settore, consentendo anche l’entrata nelle casse comunali degli oneri di urbanizzazione, importante linfa vitale per le attività gestionali.
 
Gli oneri infatti, sovvenzionano tutte le opere di manutenzione di patrimonio comunale (strade, rete idrica, fognaria), garantendo interventi risolutivi.
 
In generale il programma delle opere pubbliche che si vuole approntare, è rivolto al completamento delle opere esistenti, vere e proprie incompiute come l'Auditorium a Bagnara, Palazzetto dello sport ed ex Villa De Leo a Pellegrina.
 
Le opere di primaria importanza, sono rivolte alla realizzazione di tutti i progetti in itinere e nuovi, finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici di competenza comunale, soprattutto al centro città, rimastone sprovvisto.
 
Nell'interesse della comunità, rivaluteremo il vecchio progetto "by-pass", arteria A2 di Porelli, già in fase esecutiva da qualche anno. Tra le opere pubbliche funzionali vorremmo definire un progetto di copertura del torrente Sfalassà prospiciente al campo sportivo, da rendere area parcheggi, area fiere ed area mercatale.
 
Un'area soggetta a riqualificazione è posta alla fine della via Turati, dal lato Sud che, pur continuando ad essere destinata a parcheggio pubblico può contenere più funzioni, per creare uno spazio destinato a più usi anche ludico-ricreativi.
 
Saranno necessari degli interventi per riqualificare la piazza Gramsci. Inoltre bisognerà procedere all'abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel cimitero comunale e alla manutenzione straordinaria del cimitero di Solano.
 
PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (PNRR)
Occorre non farsi sfuggire l’opportunità offerta dal PNRR per ammodernare il nostro territorio sia nella zona marina che in quella montana. Pertanto è essenziale la creazione di gruppi di lavoro che studino e seguano i vari bandi al fine di presentare progetti validi. In tale ottica sarebbe utile riprendere, ad esempio, il progetto di tangenziale presentato anni addietro e poi abbandonato.
 
PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO (PPP)
Comprende una vasta gamma di modelli di cooperazione tra il settore pubblico e quello privato. Il ricorso al PPP, attraverso le sue diverse metodologie attuative (Finanza di progetto, Concessione di costruzione e gestione, Concessione di servizi, Locazione finanziaria Leasing, Contratto di disponibilità) può, in generale, essere evocato in tutti quei casi in cui il settore pubblico intenda realizzare un progetto che coinvolga un’opera pubblica, o di pubblica utilità, la cui progettazione, realizzazione, gestione e finanziamento, in tutto o in parte, siano affidati al settore privato. Uno degli elementi caratterizzanti questa misura di intervento è la partecipazione attiva del settore privato in tutte le fasi della realizzazione dell’infrastruttura e dell’erogazione dei relativi servizi. Il vantaggio che apporterebbe la collaborazione con il settore privato, il quale è posto nelle condizioni di fornire le proprie capacità manageriali, commerciali ed innovative nella progettazione, finanziamento, costruzione e gestione di infrastrutture di pubblica utilità, ottenendone un ritorno economico, si concilierebbe con il beneficio per il settore pubblico in termini economico-finanziari, dove, a parità di risorse pubbliche impegnate, per l’ottimizzazione dell’uso delle risorse disponibili, sarà possibile generare un circolo virtuoso tra spesa pubblica e prestazioni di servizi pubblici, oltre alla possibilità di incrementare la dotazione infrastrutturale del Paese.
 
SPORT
La storica carenza di strutture sportive è un problema la cui responsabilità ricade sistematicamente in modo ciclico su tutte le amministrazioni che si sono succedute dal dopoguerra ad oggi. L'attenzione, nel passato, è stata rivolta esclusivamente al calcio, sport nazionale, con la squadra locale, molto seguita dalla cittadinanza per i grandissimi risultati conseguiti, il che aveva indotto ad investire in quel settore provando a realizzare un nuovo campo sportivo a Pellegrina. Nel corso degli anni l'offerta si è notevolmente ampliata con la nascita di altre società che fanno capo a sport minori, dapprima pallavolo, che ha raggiunto diversi risultati storici, la pallacanestro, ed in seguito, il calcio a cinque, il tennis tavolo e le arti marziali. Queste realtà sportive, nonostante la carenza di strutture adeguate, hanno dato lustro al nostro paese con il conseguimento di diversi risultati sportivi degni di attenzione per le quali in passato non è stata corrisposta un'adeguata azione politica per fornire le strutture necessarie. Il palazzetto di Pellegrina va quanto prima completato e reso fruibile alle società sportive, a tal fine, l'amministrazione ne seguirà l'iter burocratico.