Martedi', 13 Aprile 2021
 
    Instagram         
 
New Media - Natale
 

BAGNARA CALABRA Sequestro porto, nota stampa di "Bagnara Aperta"

  • Categoria: Politica

Porto - Bagnara ApertaPorto - Bagnara ApertaIl gruppo Bagnara Aperta ritiene doveroso intervenire riguardo la situazione del porto cittadino. Innanzi tutto ci preme rammentare che il nostro intervento non vuole entrare nel merito delle indagini della magistratura, di cui abbiamo grande rispetto ed estrema fiducia. Condanniamo in maniera netta, senza nessun tipo di giustificazione i responsabili del disastro ambientale sui fondali marini, che gli organi preposti avranno il compito di smascherare e punire secondo le norme previste dalle nostre leggi.

Riteniamo però corretto porre l’attenzione sui lavoratori del settore della pesca che da qualche giorno non possono uscire con le proprie barche e pare che non potranno farlo per parecchi mesi. Il settore ittico è da sempre una componente importante, trainante per la nostra comunità, molte famiglie vivono dei proventi della pesca e quindi oggi ci troviamo di fronte ad una situazione alquanto complessa e delicata. Sarebbe quindi importante che la politica locale, soprattutto il sindaco e la sua giunta non rimanesse inerme di fronte a queste difficoltà, ma pensasse a delle soluzioni per mitigare la problematica.

Qualche settimana fa la Commissione Europea ha dato l’autorizzazione per la modifica del piano finanziario del Feamp, per poter attivare un’importante misura con obiettivo di compensare, almeno in parte, le perdite subite a causa dello stop forzato e della crisi dei mercati ittici dovuti alla pandemia per l’anno 2020, la presentazione per la scadenza del bando per le domande di aiuto è fissata al 1 marzo 2021.

Sappiamo di una visita a Bagnara l’altro giorno del presidente facente funzione della regione Calabria accolto in pompa magna dal sindaco e da un codazzo di assessori, visto che la regione Calabria ha ottenuto per il comparto pesca 500 mila euro di ristori, si facciano portavoce dei pescatori bagnaresi presso la Comunità Europea o eventualmente presso i loro rappresentanti nel governo nazionale per chiedere ed ottenere velocemente ulteriori fondi per ristorare i nostri pescatori. Francamente la gente è stanca di sentir parlare di milioni di euro come se fossero noccioline per poi nel momento del bisogno sentire il rumore di una porta chiusa dietro le spalle.

Il governo cittadino PD/Forza Italia, molto vicino a quello regionale capitanato da un presidente leghista, chieda ora, nel momento del bisogno aiuto ad i suoi alleati, delle passerelle in campagna elettorale la gente non sa che farsene.

Bagnara Aperta