Domenica, 28 Febbraio 2021
 
    Instagram         
 
New Media - Natale
 

BAGNARA CALABRA IMU aree edificabili: soddisfazione di Santa Parrello ad annuncio del vicesindaco su prossima revisione dei valori venali

  • Categoria: Politica

Santina ParrelloSantina ParrelloLa sottoscritta Santa Parrello, consigliera comunale del gruppo di “Rinascita per Bagnara”, in relazione all’annuncio del vice sindaco su un atto di indirizzo di questa amministrazione volto ad ottenere una revisione dei valori venali IMU aree edificabili, con la presente, rappresenta la propria soddisfazione per la manifestata intenzione di un’immediata risoluzione relativa ad una problematica di grave ingiustizia sociale che perdura da tanto tempo; sebbene sia giunta dopo varie sollecitazioni, sia da parte del nostro gruppo, che di cittadini ed associazioni.

Infatti, come è notorio, il valore venale dell’IMU aree edificabili, attualmente applicato, risulta assolutamente incongruente con quello di comune commercio, così come è stato riconosciuto anche dalle sentenze delle commissioni tributarie locali che si sono pronunciate in seguito ai numerosi ricorsi dei contribuenti vessati da un ingiusto tributo, in alcuni casi rideterminando il valore di un terzo rispetto a quello attualmente vigente. Venuto meno, con il parere del MEF, anche il dubbio che attanagliava alcuni consiglieri in merito alla formale possibilità di procedere ad una revisione dei suddetti valori per i comuni in concomitanzacon lo stato di dissesto, non si può che proseguire sulla strada della revisione.

Tutto ciò fin qui ha determinato, da una parte un danno per i contribuenti che hanno pagato un tributo iniquo, dall’altra un danno per l’ente che ha dovuto sobbarcarsi l’onere delle spese relative ai contenziosi tributari, oltre che registrare un mancato introito,alimentato dall’evasione fiscale di quei cittadini che, sentendosi vessati da un tributo iniquo, hanno scelto di non pagare. Ma l’aspetto, forse, più sconfortante di tutta questa vicenda è la mancanza di fiducia che si è progressivamente persa da parte dei cittadini nei confronti delle istituzioni, siano esse burocrati o politici, che alla luce di quanto suesposto, hanno abdicato al ruolo fondamentale di interlocutori affidabili del cittadino.

E’ necessario, perciò, che la politica si riappropri dell’autorevolezza e della dignità del suo ruolo, senza perdere mai di vista il presupposto di essere rappresentanti del popolo (in virtù di un mandato elettorale) ed, in quanto tali, con il dovere di confrontarsi con i cittadini ed operare per il bene comune, mettendo da parte ragionamenti aridi ed utilitaristici.

Nel ribadire il proprio compiacimento, sia consentito alla scrivente di proporre, nello spirito di collaborazione che da sempre ha contraddistinto il nostro gruppo,una soluzione per la gestione della vicenda IMU, in modo che, dopo l’approvazione del nuovo valore venale, si dia la possibilità a tutti i cittadini che non hanno ancora pagato o che siano impelagati in contenziosi tributari in corso, di aderire immediatamente ai nuovi valori, consentendo, così, di porre fine ai ricorsi amministrativi, con sgravio per l’ente comunale degli oneri legali, ma soprattutto, gettando le basi per un nuovo rapporto fiduciario tra il cittadino e l’amministrazione, affinché la nostra cittadinanza torni a sentirsi rappresentata da interlocutori capaci di interpretare ed amministrare gli interessi collettivi.

A tal fine, chiede, che la gestione dell’intera vicenda, al fine di tracciare le modalità concrete attraverso cui possa dipanarsi, venga preventivamente affrontata nella sede legittima che è rappresentata dalla commissione bilancio.

Confidando in un’evoluzione ottimale della vicenda, porge distinti saluti.

Da Santa Parrello (RpB) riceviamo e pubblichiamo