Logo

Bagnara avrà il suo nuovo Piano di Protezione Civile

ppcppcL’Amministrazione Comunale di Bagnara Calabra, tramite MEPA, ha dato incarico alla società Ecometrics srl di redigere il nuovo Piano Comunale di Protezione Civile. Il Piano sarà prodotto in conformità con le “Linee Guida per la redazione del Piano di Protezione Civile Comunale”, pubblicate da Regione Calabria nel dicembre 2019.
Come previsto da tali Linee Guida, il Piano si articolerà nella seguenti sezioni principali:
• Inquadramento generale del territorio: informazioni di carattere generale, articolate nei tre moduli relativi a riferimenti normativi, analisi storica degli eventi rilevanti e analisi territoriale
• Scenari di evento e di rischio: con individuazione degli scenari di evento e di rischio per fenomeni di carattere idrogeologico e idraulico, sismico, maremoto, incendi boschivi e di interfaccia, chimico industriale e meteorologico
• Organizzazione del Sistema Locale di Protezione Civile: organizzazione interna che, a livello municipale, assicura l’operatività delle strutture comunali all'interno della catena di comando e controllo che di volta in volta occorre attivare per la gestione delle diverse tipologie di evento
• Modello d’intervento: modalità di risposta all’emergenza da parte del sistema locale di Protezione Civile, con individuazione dei criteri di attivazione e disattivazione delle fasi operative e definizione delle relative azioni e responsabilità
• Formazione e Informazione: con declinazione delle attività rispettivamente orientate a operatori di Protezione Civile e popolazione Con riferimento alle attività di comunicazione alla popolazione, contestualmente all’aggiornamento del Piano, sul comune di Bagnara Calabra verranno attivati i servizi LibraRisk, fruibili dalla cittadinanza su smartphone e tablet Android e iOS
 
LibraRisk è una piattaforma tecnologica che consente:
• al Comune di Bagnara Calabra:
o di rendere disponibile per la popolazione il proprio Piano di Protezione Civile, assolvendo così alle indicazioni del “Nuovo Codice della Protezione Civile”:
▪ parte geografica (aree di rischio, risorse del sistema locale di Protezione Civile, punti critici, siti ove vengono attivati i cancelli per l’interruzione della viabilità in caso di allerta o emergenza ed eventuali vie di fuga da specifiche aree a rischio)
▪ parte descrittiva: “racconto” del Piano alla cittadinanza (perché un’area è a rischio? Quali scenari di rischio si possono sviluppare sull’area?
Quali le misure di auto-protezione da adottare per ridurre l’esposizione al pericolo?) o di attivare un canale di comunicazione diretto con la popolazione, con un servizio di push notification (avvisi che raggiungono gli utenti direttamente sui propri device) pensato per dare alla cittadinanza informazioni di Protezione Civile, sia in tempo di quiete che in fase di allertamento o emergenza.
Il servizio opera su due livelli:
▪ il primo è gestito direttamente da LibraRisk. Che, sulla base delle previsioni dei Bollettini di Criticità Idraulica/Idrogeologica e di Vigilanza Meteorologica quotidianamente emessi dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, informa gli utenti in merito ai livelli di criticità attesi sul territorio. Inoltre, per previsioni di Codice Arancio o Codice Rosso (Criticità Idraulica/Idrogeologica) e per Precipitazioni Attese Elevate o Molto Elevate (Vigilanza Meteo), la piattaforma invia in automatico una notifica push a tutti gli utenti, in modo geograficamente mirato, invitandoli fra l’altro a consultare le aree a rischio e le buone norme comportamentali da adottare
▪ il secondo, gestito dal Comune (da Sala Operativa o da qualsiasi postazione dotata di connessione di rete), consente di inviare comunicazioni di Protezione Civile a livello locale. I messaggi raggiungono, via push notification, tutta la popolazione o Gruppi di Utenti mirati (es. Operatori e Volontari di Protezione Civile, Presidi delle Scuole, referenti delle abitazioni site in zone a rischio) che ogni Comune può creare in totale autonomia
• ai cittadini: o di consultare il Piano in modo interattivo, per la parte geografica (qual è, in tempo reale, la mia posizione rispetto alle aree a rischio?) e multimediale (lettura del Piano di Protezione Civile) o di fruire del servizio di push notification, per essere sempre informati, tramite i messaggi inviati da LibraRisk o dal Comune, in tema di Protezione Civile o di diffondere, tramite un sistema multi-canale (WhatsApp, mail, social network e sms anche con funzionalità di Piano Familiare), le notifiche ricevute e favorire così l’ampia diffusione delle informazioni diffuse dal Comune attraverso la app o di consultare lo streaming Twitter dei principali hashtag o canali di Protezione Civile a livello nazionale e locale
 
Per fruire dei servizi LibraRisk (già da oggi per le funzionalità di allertamento e, a valle del processo di redazione, anche per quelle di consultazione del Piano), i cittadini potranno scaricare gratuitamente la app da Google Play o Apple Store e installare il Piano di Protezione Civile del Comune di Bagnara Calabra
 
Per l’Amministrazione Comunale, il Vice-Sindaco Mario Romeo, con delega alla Protezione Civile
costaviolanews.it ©.Tutti i diritti riservati