Martedi', 20 Ottobre 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

CAMPO CALABRO- Il movimento “Primavera Campese” propone soluzioni per il decoro dei cortili scolastici

  • Categoria: Politica

Logo Primavera CampeseLogo Primavera CampeseCampo Calabro – Il Movimento Primavera Campese, ha avviato nei giorni scorsi la propria campagna di ascolto partendo dal mondo scolastico, snodo cruciale per le prospettive future della nostra comunità.

Con il recente DPCM del 17 luglio 2020, pubblicato in G.U n. 36 del 2 ottobre 2020 recante: “Modalità di assegnazione del contributo di 75 milioni di euro, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023, ai Comuni situati nel territorio delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, da destinare a investimenti in infrastrutture sociali”, è stato assegnato al nostro Comune un contributo pari ad ad € 38.162,50 per ciascuna delle annualità 2020 – 2021 – 2022 – 2023.

l Comuni dovranno necessariamente avviare i lavori per la realizzazione delle opere pubbliche:
a) per i contributi dell’anno 2020 entro il 17 aprile 2021
b) per i contributi riferiti agli anni 2021, 2022, 2023 entro il 30 settembre di ciascun anno di assegnazione.

Il movimento, nell’ottica della cittadinanza attiva e della partecipazione, ha ritenuto opportuno indirizzare all’Amministrazione Comunale, apposita nota (Prot. n. 2166 del 14/10/2020) affinché tali somme possano essere destinate alla risoluzione delle criticità inerenti le scuole comunali, con particolare attenzione ai cortili delle stesse.

Tale proposta nasce dopo le diverse istanze pervenute dai genitori di alunni frequentanti l’istituto comprensivo di Campo Calabro che lamentavano aspetti di criticità inerenti la fruibilità, la sicurezza e il decoro dei cortili scolastici e, dopo l’interlocuzione intrattenuta nei giorni scorsi con il Dirigente Scolastico -  Prof.ssa Addamo.

Tali contingenze possono condizionare, a nostro avviso, la vivibilità degli edifici scolastici penalizzando altresì la valida offerta formativa che la scuola di Campo Calabro è solita offrire ai propri studenti.

Ci auguriamo pertanto, un riscontro positivo in tal senso, nell’interesse generale dei nostri ragazzi.