Martedi', 17 Settembre 2019
 
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
D. Alighieri
 
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 
Banner Cundari
 
WGT Solution
 

Corso di formazione professionale - Collaboratore Restauratore di Beni Culturali in visita a Malta

  • Categoria: Politica

malta 1malta 1CASTORINA : RISORSE UTILIZZATE PER CREARE SBOCCHI LAVORATIVI SULLA CULTURA

Su impulso dell’amministrazione metropolitana Falcomatà e con il grande apporto del dirigente del settore Formazione Francesco Macheda, i partecipanti al Corso di formazione professionale - Collaboratore Restauratore di Beni Culturali hanno potuto svolgere una importante esperienza professionale nell’Isola di Malta a stretto contatto con il noto restauratore Giuseppe Mantella in modo da poter applicare le loro conoscenze a opere d’arte di rilevante importanza.

Durante la permanenza sull’isola numerosi sono stati gli incontri a cui l’amministrazione metropolitana di Reggio Calabria ha potuto portare un importante contributo di idee ed esperienza, a partire dalla giornata studio sulle opere di Mattia Preti.

La delegazione guidata dalla dottoressa Cardona ha visitato le varie chiese di Sarria e Floriana, dove i partecipanti al corso hanno potuto mettere in pratica le loro specializzazioni e dove è stato possibile perfezionare le tecniche di restauro di opere di primaria importanza.

Durante gli incontri sono state gettate le basi per rapporti di collaborazione serie e duraturi da creare in sinergia con Malta ed i corsisti hanno avuto modo di formarsi al meglio e per ritrovandosi a stretto contatto con esperti del settore grazie ai quali hanno potuto ampliare il loro bagaglio di conoscenze.

È questa la politica che vogliamo, afferma Antonino Castorina Consigliere Metropolitano delegato al Bilancio ed alla Formazione Professionale “vicina ai bisogni dei cittadini, vicina ai giovani, che sappia lavorare di squadra e confrontarsi con gli altri per migliorare dove ancora c’è molto lavoro da fare, che utilizza le risorse pubbliche per specializzare figure professionali per farle entrare nel mercato del lavoro, che crea sinergie virtuose puntando sulla cultura e sulle nuove generazioni”