Domenica, 24 Marzo 2019
 
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
D. Alighieri
 
careri
Banner Cundari
 
Easy Travel

Nota stampa del M5S su mozione “plastic free challenge”

  • Categoria: Politica

Milena GioèMilena GioèSono sempre di più i comuni italiani che rinunciano alla plastica monouso, in tutte le sue forme, con il dichiarato intento di proteggere l’ambiente e combattere l’inquinamento da plastica.

Il Ministro dell’Ambiente Costa, ha lanciato la sfida “Plastic Free Challenge”, ponendo come primo obiettivo quello di liberare dalla plastica il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a partire dagli articoli monouso e, in seguito, ha esteso l’appello agli altri Ministeri e a tutti gli enti pubblici.

L’hashtag della campagna promossa è “IOSONOAMBIENTE” per cui “ognuno di noi deve impegnarsi a liberare il paese dalla plastica”. Ogni Cittadino deve fare la propria parte, nessuno si senta escluso. Tutti possono dare il proprio contributo, a qualsiasi livello, ma, in particolare, le istituzioni devono dare il buon esempio sui comportamenti virtuosi da seguire.

Per tale ragione, il consigliere Milena Gioè, ha presentato la propria mozione sul progetto “plastic free challenge” auspicando che l’intero Consiglio comunale possa deliberare di aderire all’iniziativa, facendo sì che anche il Comune di Villa San Giovanni sia libero dalla plastica monouso non biodegradabile.

Il percorso virtuoso mira ad eliminare le stoviglie monouso nelle sedi comunali e in tutte le manifestazioni cittadine, sensibilizzando anche i cittadini e i privati.

La plasticaderiva dal petrolio, produce co2, impiega moltissimi anni prima di biodegradarsi, in gran parte non viene riciclata, rilascia tossine nel cibo, causa la distruzione degli ormoni, inquina mari, fiumi, laghi e sistema acquifero uccidendo gli animali, è presente nei cibi che portiamo a tavola. Inoltre, quella che non viene riciclata, seppur raccolta separatamente, viene destinata in discarica o incenerita. La stessa sorte tocca a quella plastica che viene gettata nei rifiuti indifferenziati;

Il progetto adottato vuole dare attuazione alla normativa della Comunità Europea la quale, prevede, nel 2021, la cessazione della vendita di questi materiali.

La portavoce pentastellata chiede di procedere con obiettivi precisi, individuati, monitorati e relazionati per ogni anno, al fine di ridurne al minimo l’utilizzo sino alla completa eliminazione della plastica all’interno dell’Istituzione del Comune e nel paese.

Milena Gioè - Ric e pubbl