Domenica, 24 Marzo 2019
 
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
D. Alighieri
 
careri
Banner Cundari
 
Easy Travel

BAGNARA CALABRA Studenti del Fermi in partenza per la Romania con un progetto Erasmus+

Liceo Fermi Bagnara CalabraLiceo Fermi Bagnara CalabraInizia martedì 15 gennaio l’”avventura” di tre giovani studenti del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Bagnara Calabra, che sono stati selezionati per partecipare ad un progetto di scambio giovanile in Romania, nell’ambito del programma europeo Erasmus+.

Angelo Delogu, Francesco Villari e Giorgio Labate - accompagnati da un group leader dell’associazione APICE, partner italiano del progetto - partiranno infatti alla volta di Timisoara, dove incontreranno circa 40 giovani di sei diversi Paesi europei. Insieme lavoreranno per ben nove giorni ad attività di educazione non formale, volte a sviluppare le competenze di leadership e comunicazione, richieste ai futuri leader europei nelle istituzioni pubbliche, presso le organizzazioni internazionali, gli enti no profit etc.

Il progetto di scambio giovanile dal titolo “Youth Leadership Academy”, promosso dall’organizzazione rumena Center of Strategies for Youth Development, mira infatti a formare giovani leader della futura generazione, che prenderanno parte ai processi decisionali in Europa, in un momento storico in cui l’Unione europea sta affrontando una profonda crisi di valori e in cui troppo spesso la voce dei giovani non viene ascoltata nelle questioni che più contano.

La partecipazione dei giovani studenti al progetto rientra nel percorso di sensibilizzazione alle opportunità di mobilità europea e di promozione della cittadinanza europea attiva avviato dall’Istituto Fermi, che lo scorso 13 ottobre ha aderito all’iniziativa europea Erasmusdays 2018 organizzando, in collaborazione con l’associazione APICE, una giornata informativa sul più noto programma di mobilità europea rivolto ai giovani, e si accinge adesso a partecipare all’Infoday sullo stesso programma, promosso dall’USR Calabria e dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE.