Venerdi', 21 Gennaio 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
Peterland 1 

Lo Stretto di Wop a Scilla: riuscito il venerdì culturale della Pro Loco

Stretto di Carta ed il Sogno di Wop al Castello di ScillaStretto di Carta ed il Sogno di Wop al Castello di ScillaLa sala conferenze del Castello di Scilla ha ospitato la presentazione del libro “Stretto di Carta”, scritto da Dario Tomasello, a cui è seguita la proiezione del videoclip “Il sogno di Wop”, creato da Donatella Mannuzza. Un evento ideato e voluto da Dina Vizzari ed accolto dalla Pro Loco di Scilla.

«Lo Stretto è un non luogo dove il teatro, il cinema e la scrittura in ogni sua declinazione ha offerto ed offre il meglio della propria arte. Così come l’epoca classica non può guardare a questo mare senza rivolgersi all’Odissea, il Novecento non può che ammirarlo attraverso l’opera di Stefano D’Arrigo – commenta il prof. Tomasello – Nel redigere questo saggio-pamphlet ho cercato di offrire un’antologia ragionata alla scoperta di un mondo di carta spesso poco conosciuto da noi stessi che lo popoliamo. Una guida ad interpretare ciò che le migliori menti del mondo hanno scritto per noi e che ora è qui che ogni giorno ci invita ad esplorarlo».

Il messaggio è stato ben recepito dal pubblico, composto quasi esclusivamente da under trentacinque, giovani adulti dello Stretto che resistono in questa terra e che qui vogliono restare per crescere e lavorare. L’occasione è stata utile anche per presentare il Consiglio Direttivo della neocostituita Pro Loco scillese, composta da: Michael Palamara, Giuseppe Briganti, Mariella Galletta, Francesca Bova e Paolo Rosaci.

«Come Pro Loco sentiamo tutta la responsabilità di agire per la ripresa del paese dopo questa pandemia, ripresa non tanto turistica quanto locale, per la comunità che vive Scilla ogni giorno dell’anno, con le sue bellezze e le sue difficoltà – ha spiegato il Direttivo – Questo col professore Dario Tomasello e Donatella Mannuzza è stato il primo nostro evento culturale di una certa rilevanza e siamo felici sia nato su idea di Dina Vizzari, ossia una proposta accolta da Melia a cui speriamo seguano altre iniziative a Scilla così come con e per Melia, con e per Solano, con e per Favazzina. Uniti faremo grandi cose ed a beneficiarne saremo tutti, nessuno escluso».

L’incontro è stato moderato dal giornalista Francesco Ventura ed è stato coronato da un vivace dibattito sul ruolo della cultura tra i giovani e la società contemporanea, il tutto sulle immagini ed il racconto narrato dal “Sogno di Wop” e di Donatella Mannuzza.