Lunedi', 30 Novembre 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

BAGNARA CALABRA Settimana della musica e del canto sacro, grande successo per l'iniziativa promossa dalla Pia Unione di Santa Cecilia

Foto da Domenico2Foto da Domenico2Sta riscuotendo un grande successo l'iniziativa pomossa dalla Pia Unione di Santa Cecila che ogni anno in prossimità della festa del 22 novembre organizza la settimana della musica e del canto sacro. Fra le tante manifestazione messe in campo quest'anno, va segnalata sia per i tanti consensi e soprattutto per la grande partecipazione la manifestazione letteraria: “Santa Cecilia nelle opere di lingua dialettale”.

Tanti i poeti e scrittori che hanno aderito inviando una poesia o meglio una preghiera in lingua dialettale, alcune di queste saranno presentate al grande pubblico virtuale giovedì mattina alle ore 10,00, come da programma prima del lockdown ( messo in atto per impedire il regolare svolgimento di tutte le attività culturali e artistiche). Saranno gli stessi autori, che non hanno voluto mancare a questo appuntamento virtuale, a declamare le poesie. I componimenti, ci riportano ai nostri giorni, la giovane nobile fanciulla romana martire per la fede. Di lei che è patrona dei musicisti e dei cantori, hanno decantato, i meriti e le virtù, ma, in alcune casi, ne hanno invocato la sua particolare protezione ed intercessone, affinchè, presto si possa superare questa emergenza sanitaria. Il 22 novembre è anche la festa nazionale della musica e delle arti in tutte le scuole italiane si organizzavano iniziative di carattere musicale e artistico, mentre nella nostra cittadina, si concludevano le tante esibizioni di cori e di orchestre, con la partecipazione dell'amministrazione comunale. Quest'anno con molta probabilità è rimasta solo Bagnara a ricordare l'evento, grazie ai musicisti bagnaresi ed i tanti coristi che quest'anno partecipano alla manifestazione. Certamente l'edizione di quest'anno passerà alla storia come quella senza pubblico, infatti, tutti i concerti e le iniziative previste in calendario si potranno seguire sulla pagina facebook della Pia Unione di Santa Cecilia. <<Siamo consapevoli, ha detto il maestro Panuccio, che il pubblico virtuale, non sarà mai come il pubblico che durante l'esibizioni, hai modo di vedere e soprattutto alla fine, di sentire. Anche perchè, grazie all'intensità e al calore che il pubblico manifesta con l'applauso, comprendi se sei riuscito o meno a fare scaturire un'emozione, a fare gioire e qualche volta, anche a fare piangere. Non potevamo arrenderci difronte al male di questo secolo, come non lo hanno fatto nei secoli passati, e loro, non avevano gli stessi mezzi che possediamo noi oggi, abbiamo proposto questa forma alternativa di fare cultura, con l'impegno che, tutto il programma sarà riprosto dal vivo. Infatti, ha concluso il maestro Panuccio, speriamo, molto presto, di potere condividere con tutto il pubblico che ci segue sempre, quelle emozioni che abbiamo provato noi nel registrare tutti i brani che sono stati e saranno proposti in questi giorni nella rassegna della musica e del canto sacro edizione del 2020.>>

Mariacarmela Fiorenza