Sabato, 8 Agosto 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

"Facciamo riconoscere", a Seminara campagna di digitalizzazione per le attività turistiche e commerciali

seminara digitaleseminara digitaleCon il motto “Facciamoci riconoscere!” alcuni virtuosi cittadini di Seminara hanno avviato una campagna di digitalizzazione che coinvolge attrattive turistiche e attività commerciali: Seminara Digitale, il cui logo evidenzia le lettere I ed A, acronimo di Intelligenza Artificiale, la cui presenza nelle nostre vite è sempre più assidua.
Ci troviamo in un momento in cui l’economia sta attraversando un periodo difficile e di necessità bisogna farne virtù, così due intraprendenti seminaresi hanno pensato bene di sfruttare le possibilità del web per aiutare l’economia del proprio paese. “Sempre più persone usano internet per i propri acquisti”; inizia così il manifesto della campagna che si rivolge a tutte le attività commerciali della città di Barlaam dove, nonostante l’assenza di contagi, si risente della crisi economica che ha succeduto quella sanitaria. “Dobbiamo pensare un nuovo modello di sviluppo - dice Antonio Casella, responsabile per la comunicazione della campagna - imprese, cittadini e istituzioni devono dialogare e trovare nuovi modelli economici integrati, nel futuro occorre fare in modo che chi viene a Seminara per conoscerne un aspetto venga attratto anche da tutti gli altri”. Un esempio di solidarietà che passa attraverso la condivisione dei saperi, mentre Antonio si occupa dell’aspetto comunicativo/ relazionale della campagna, Gabriele Laganà, l’altro ideatore, cura l’aspetto prettamente tecnico e ci spiega perché questa iniziativa è così importante: “Sappiamo che un utente che effettua una ricerca locale conclude l’acquisto nel breve termine (entro 1 ora).
 
Il 18% delle ricerche locali, infatti, si conclude con un acquisto, rispetto al 7% delle ricerche non-local”. E allora via con foto, video e recensioni; le attrazioni turistiche e le attività commerciali di Seminara avranno uno strumento in più per farsi conoscere e mostrare i tanti prodotti che possono offrire: dalle pitte di san martino all’olio d’oliva, dai forni ai b&b, dalle botteghe dei ceramisti a chiese e musei. L’obiettivo è fare in modo che gli utenti non solo conoscano i prodotti ma anche le loro storie, le tradizioni e le persone che le producono, una strategia che, se ben congegnata, porterà i suoi frutti come ha fatto in altre realtà. Il centro reggino ha una storia e un patrimonio immenso che ancora in pochi conoscono e che grazie ad Antonio, Gabriele e chiunque aderirà a Seminara Digitale, da oggi potrà essere scoperto con più facilità.