Domenica, 21 Aprile 2019
 
  
  
  
 
UNICUSANO 01
 
D. Alighieri
 
Calabriaè
 
Banner Cundari
 
Easy Travel

REGGIO CALABRIA All' I.C. "Galilei - Pascoli" incontro dibattito sulla crisi in Venezuela

20190308 10351320190308 103513L’esperienza di Venerdì 8 Marzo presso l’aula Magna dell’I.C. “G. Galilei” ha lasciato un segno importante alla realtà reggina per l’importante valore formativo e l’esempio mostrato dai ragazzi di condivisione del diritto/dovere all’informazione, con il coinvolgimento dell’intera comunità cittadina.
Si è andati oltre la didattica intra moeniae oltre i tradizionali schemi delle conferenze: i referenti sono stati gli stessi alunni che hanno illustrato efficacemente al pubblico dell’Aula Magna la situazione del Venezuela, ripercorrendo le origini della crisi politico-istituzionale alla presenza di genitori, nonni, docenti, autorità e rappresentanti delle Università. I ragazzi hanno curato power point, montato testimonianze video, ricostruito spezzoni di telegiornali e siti di informazione alternativa per condividere l’emergenza umanitaria che la popolazione venezuelana sta vivendo, attivandosi per la sensibilizzazione e la conoscenza di un problema che deve diventare un allarme mondiale.  La professionalità dei giovani studenti e il meritevole lavoro critico portato avanti con l’aiuto dei docenti ha sorpreso la Dirigente dott.ssa Emilia Occhiuto e i presenti, coinvolti in un dibattito finale per considerazioni ed approfondimenti. Tra il pubblico anche una Venezuelana, che ha partecipato incuriosita dall’evento, dopo aver visto la locandina pubblicata sul sito della scuola, prendendo la parola alla fine dell’incontro per congratularsi per l’impegno e la solidarietà mostrata in un momento così difficile. Gli stessi genitori e le autorità hanno condiviso un momento di riflessione “nuovo” chiedendo alla Dirigente una replica di questo primo esperimento di cittadinanza attiva aperta alla comunità. Presente anche il prof. Domenico Siclari, il Preside del Dipartimento di Scienze Sociali e della formazione d’area Mediterranea dell’Università Dante Alighieri, che ha sottolineato la storica vocazione di apertura alle diverse culture della nostra terra, elogiando ragazzi così giovani per un impegno su una tematica così complessa. Per poter affrontare e crescere in un mondo difficile e complicato come il nostro,  la scuola fornisce forse l’aiuto più importante: il diritto all’istruzione. Non si nasce cittadini consapevoli, lo si diventa, e capire il mondo intorno a noi non può prescindere dalla conoscenza, dall’aver quindi accesso ad un’informazione libera, pluralista e non faziosa. In sostanza, sottolinea la docente Cara Serena, “il diritto all’informazione è una conseguenza del principio democratico, poiché un regime democratico necessita sempre di una pubblica opinione vigile e informata”. Come dichiarò Luigi Einaudi il diritto all’informazione e il dovere di darla sono l’essenza della democrazia: i cittadini devono sapere per poter decidere. Gli studenti hanno sottolineato che la libera informazione è il vero “cane da guardia” della democrazia e delle istituzioni e che la democrazia richiede imprescindibilmente una partecipazione “cosciente” dei cittadini. Ne deriva che il presupposto essenziale della democrazia è l’informazione e, cioè, la conoscenza dei fatti e delle situazioni politiche, onde consentire ai giovani cittadini di domani di formulare critiche e censure nei confronti di tutti coloro cui sono affidate pubbliche funzioni che devono essere adempiute “con disciplina e onore”. L’alunna Filianoti Maria, della classe III G, ha evidenziato come in questo percorso didattico “i compiti assegnati per casa non hanno avuto lo scopo di farci imparare la solita lezionema la loro finalità è stata quella di farci costruire un pensiero critico capace di mettere in luce le nostre competenze e soprattutto quelle sociali e civiche. Non è stato facile ma in ogni caso è stato un lavoro importante”.