Domenica, 21 Luglio 2024
 
    Instagram         
 
Logo Unieuro Bagnara Calabra
 
Bacco - DefPesca Turismo - Venere - Costa Viola 

SCILLA I Bronzi di Riace al centro dell'incontro promosso dall'APS Chianalea

  • Categoria: Video
Castrizio a ScillaCastrizio a ScillaIl professore Daniele Castrizio, descrivendo i Bronzi di Riace, ha incantato il pubblico presente all'incontro, promosso dall'associazione Chianalea e svoltosi nella piazzetta di Porto Salvo.
<<Non ci stancheremo mai di parlare dei Bronzi di Riace - ha detto Castrizio - per permettere alla gente non soltanto di guardare queste opere meravigliose, ma tentare anche di capire il messaggio di pace che sta dietro ques'opera d'arte contro le guerre civili. Quando i Bronzi furono portati a Roma, probabilmente sotto Augusto, hanno avuto un impatto enorme sulla cultura romana. Il nome dell'autore, Pitagora di Reggio, è diventato il più importante tra i bronzisti, su una storia inventata da Stesicoro di Metauro. I Bronzi sono a casa loro anche se non sono stati eseguiti a Reggio>>.
Interessante anche la descrizione dei dettagli delle due statue e il racconto del viaggio ad Argos descritto da Saverio Autellitano, visual designer, che collabora con il professore Castrizio sullo studio dei due bronzi. <<Un archeologo greco ritiene di aver trovato, misurando la base marmorea nell'agorà di Argos, le impronte di uno dei Bronzi di Riace. Ci siamo recati ad Argos - ha detto Autellitano - e abbiamo visto una struttura semicircolare. Dopo i rilievi tridimensionali e con grande sorpresa, abbiamo confermato che ci sono i segni e le impronte della statua A dei bronzi di Riace. Nella base accanto abbiamo trovato anche l'impronta di un piede femminile, forse quella della statua Antigone. In fase di studio, la statua ritrovata da un archeologo greco negli anni '90 con una spalla di un uomo anziano, non molto diversa da quella della scena di Tiresia. Il governo greco sta effettuando il restauro>>. (t.f)
 
A seguire gli interventi di Daniele Castrizio e Mimmo Bova