Martedi', 25 Gennaio 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
Peterland 1 

SCILLA Altro sit-in di protesta davanti alla Casa della Salute

Sit-in - Scilla - Casa della SaluteSit-in - Scilla - Casa della SaluteContinuano i sit-in pacifici di protesta davanti alla Casa della Salute, organizzati da un gruppo di cittadini di Scilla, per il ripristino del Punto di Primo Intervento H 24. Per il terzo lunedì consecutivo i manifestanti, sfidando il maltempo alle 19 davanti all'ex "Scillesi d'America" per porre all'attenzione del grande bacino d'utenza la mancanza del servizio di punto di primo intervento nelle ore notturne.
Al gruppo di scillesi si è unita una delegazione di abitanti di Bagnara Calabra, e anche alcuni rappresentanti di melia e Solano Superiore. <<Esserci nonostante tutto - spiegano i promotori - è la dimostrazione che ci teniamo e che continueremo ad aspettarvi. Non siate sordi, l'ospedale è anche vostro. Non siate indifferenti, l'indifferenza uccide. Non abbiate paura di esporvi, non sarete soli>>. I sit-in non sono stati molto partecipati, ma nonostante tutto i promotori dell'iniziativa non mollano e continuano a radunarsi ogni lunedì davanti alla Casa della Salute aspettando risposte da parte delle autorità. Dopo la chiusura, un sanitario che prestava servizio al PPI è stato trasferito al pronto soccorso di Gioia Tauro.
Venerdì isindaci dell'Area dello Stretto con in testa il primo cittadino di Scilla, Pasquale Ciccone, incontreranno il presidente Roberto Occhiuto, per discutere della possibile riattivazione del PPI durante le ore notturne. Non ci sono invece nortizie sugli 8 milioni destinati alla Casa della Salute di Scilla.
 
Tina Ferrera