Mercoledi', 5 Agosto 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

BAGNARA CALABRA Scuole cittadine, "Libera" scrive al Sindaco: "cosa si sta facendo per garantire ai ragazzi la ripresa delle attività didattiche?"

Scuola MorelloScuola MorelloGent.mo signor Sindaco,

non è ancora giunto al termine l'anno scolastico 2019/2020 che, come Libera, associazione nomi e numeri contro le mafie, presidio ''Paolo Bagnato'' di Bagnara e ''Lea Garofalo'' di Scilla, riteniamo indispensabile richiamare l'attenzione su alcune criticità che da anni affliggono il mondo della scuola nella nostra cittadina e che con le nuove disposizioni, peraltro non ancora ben chiare a livello nazionale, legate alle misure di contrasto al diffondersi del contagio in questo periodo di pandemia da covid 19, rischiano di compromettere in maniera molto seria la ripresa delle attività didattiche a settembre.

L'anno scolastico che non si è ancora concluso, è stato attraversato da notevoli difficoltà: alla chiusura per inagibilità del plesso Morello, si sono aggiunti i lavori di ristrutturazione del plesso in via XXIV Maggio per accogliere gli alunni del plesso Paolotti che è stato chiuso per i lavori di adeguamento sismico ai quali dovrà essere sottoposto l'edificio. Dai primi di marzo le attività didattiche sono proseguite a distanza, con grande impegno da parte di docenti, alunni e famiglie, che hanno dovuto affrontare difficoltà non indifferenti per garantire ai propri ragazzi il diritto allo studio nonostante la situazione di emergenza. Riteniamo indispensabile richiamare l'attenzione sul prossimo futuro che ci attende a settembre, con alcuni interrogativi, per i quali chiediamo una risposta immediata.

Come potrà essere rispettata la regola basilare del distanziamento di alunni e docenti, con l'attuale ridotta disponibilità di strutture scolastiche? Cosa si sta facendo per rendere fruibile in tempo per la riapertura del prossimo anno scolastico il plesso Morello, che sembra ancora inspiegabilmente abbandonato a se stesso? Quando potrà tornare funzionante il plesso Paolotti? Si stanno effettuando una ricognizione ed una verifica di altri edifici che potrebbero essere idonei ad accogliere una parte della popolazione scolastica del nostro paese? Chiediamo che si approfitti del periodo estivo per poter risolvere queste criticità e garantire ai nostri ragazzi una vera ripresa delle attività didattiche! Attendiamo un sollecito riscontro e ribadiamo la nostra disponibilità a collaborare, anche insieme ad altre realtà associative del nostro territorio, per la risoluzione di questa grave problematica che riguarda il diritto allo studio dei nostri cittadini più piccoli.

Maria Carmela Gioffrè, referente del presidio Libera Bagnara ''Paolo Bagnato''