Venerdi', 5 Giugno 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

Galimi e Laruffa “ Grave bloccare la legge sul “terzo settore”

1 1 3sett calabria1 1 3sett calabriaLe sezioni del Partito Democratico di Cinquefrondi e Polistena, condividono le preoccupazioni del “Terzo settore”, per lo stop voluto dal Consiglio regionale calabrese, della legge che riforma il settore.
È abbastanza grave, sottolineano Michele Galimi e Giovanni Laruffa, dirigenti del PD, che la massima assise politica regionale, proprio il giorno del suo insediamento, vanifichi gli sforzi unitari della Commissione Permanente sulle politiche sociali, organismo rappresentativo delle autonomie locali e del “Terzo settore”. La gravità del momento che si registra, anche, nella nostra regione, imponeva una concreta accelerazione al ruolo delicato e indispensabile che le Associazioni svolgono su tutto il territorio calabrese.

Invece si preferisce bloccare tutto, con la conseguenza di mettere in seria difficoltà le maggiori associazioni e cooperative sociali che già avevano aggiornato la funzionalità dei loro organici, in forza del regolamento regionale n.22 del 2019. Si tenga conto, inoltre, che la Calabria, con questo stop, tornerebbe ad essere l'unica Regione a non avere una legge sul Terzo settore. Attorno al pericolo di questa paralisi, sottolineano Galimi e Laruffa, bisogna costruire una nuova forte alleanza, capace di assicurare la continuità di lavoro a tutto il Terzo settore e serenità ai tanti utenti di questi indispensabili servizi per disabili,anziani, minori a rischio, ecc