Giovedi', 24 Settembre 2020
 
    Instagram         
 
Dato
 
Sostieni il tuo giornale -
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 

In arrivo due milioni di euro per le palestre dei plessi scolastici della Città Metropolitana: c'è anche il "Fermi" di Bagnara, ed il "Nostro-Repaci" di Villa

Sldi per le palestre per le scuoleSldi per le palestre per le scuoleReggio Calabria è una delle sole due MetroCity in Italia a ottenere finanziamenti per le palestre del suo territorio tramite il bando emanato dal Credito Sportivo nel contesto del progetto “Sport missione comune”

Illustrati stamane a Palazzo Alvaro in conferenza stampa i 10 interventi di manutenzione straordinaria e di ristrutturazione d’impianti sportivi che hanno consentito alla Città metropolitana di Reggio Calabria di essere una delle sole due MetroCity a ottenere finanziamenti per le palestre del suo territorio tramite il bando emanato dal Credito Sportivo nel contesto del progetto “Sport missione comune”, con un mutuo dall’importo complessivo di 2 milioni di euro, grazie anche all’impegno del presidente regionale del Coni Maurizio Condipodero.

Gli istituti coinvolti sono a Reggio Calabria lo Scientifico “Volta”, lo Scientifico “da Vinci”, l’Istituto d’istruzione superiore “Righi”, il distaccamento “Marconi” del Liceo delle Scienze umane “Gullì”, l’ l’Istituto d’istruzione superiore “Fermi”, il Tecnico tecnologico “Panella”, il Tecnico tecnologico “Vallauri”; a Bagnara Calabra, l’Istituto d’istruzione superiore “Fermi”; a Villa San Giovanni, l’Istituto d’istruzione superiore “Nostro-Repaci”. A Bovalino sarà poi completato il PalaTenda.

Come evidenziato in apertura dal dirigente del settore, Domenica Catalfamo, «si realizzeranno sul territorio della Città metropolitana dieci dei venti interventi previsti in tutta la Calabria» e in particolare al “Volta” il campo polivalente fin qui all’aperto diventerà un’unica tensostruttura. In diverse altre scuole si ripareranno problematiche relative agli impianti d’illuminazione, ai tappeti da gioco o alle precarie condizioni dei siti.
«Che solo due Città metropolitane in tutt’Italia abbiano avuto accesso a questi finanziamenti è un dato che accresce il valore del lavoro dei nostri uffici e della dirigente Catalfamo, nonché l’importanza del risultato ottenuto – ha osservato il sindaco Falcomatà –. Ed è attraverso questo tipo d’azioni che s’iniziano a capire meglio i benefìci dell’essere Città metropolitana. Lo scopo di fondo resta la costruzione di una “comunità metropolitana” che si realizza se, opera dopo opera, i suoi cittadini riescono a percepire la bontà dell’operato dell’Ente. Non da ultimo, il nostro territorio ha un’autentica vocazione sportiva e già più volte è stato prescelto per importanti eventi, con ricaduta positiva in termini di presenze in più, tuttavia talvolta abbiamo dovuto rinunciare proprio per la carenza d’impianti: perciò, l’indirizzo politico è stato rivolto all’ampliamento dell’offerta d’impianti sportivi anche in questa chiave».
Il consigliere metropolitano delegato al Bilancio Antonino Castorina ha evidenziato che «il mutuo da 2 milioni di euro è importante anche perché non prevede interessi a incidere sulle casse dell’Ente, consentendoci invece di programmare in base alle esigenze del territorio». Il consigliere ha esaltato l’operato del sindaco Falcomatà, sottolineando che «proprio grazie al suo impulso si stanno riuscendo a dare importanti risposte al territorio. Noi siamo e saremo al suo fianco», ha ribadito Castorina. Il vicesindaco metropolitano Riccardo Mauro ha anticipato che l’Ente proverà a ripetersi anche quest’anno: «Parteciperemo anche al prossimo bando del Credito Sportivo, e speriamo di essere “sul podio d’Italia” anche per il 2020».

Al termine dell’incontro, parole di ringraziamento sono state porte anche dai dirigenti Francesco Praticò (“Gullì”), Angela Maria Palazzolo (“Volta”) e Anna Nucera (“Panella-Vallauri”) e dal responsabile tecnico del “Fermi” di Bagnara, che hanno posto in rilievo la valenza degli interventi e l’efficacia dell’azione della MetroCity nel riuscire a ottenere un finanziamento ingente in tempi molto stretti che consentirà di rimettere in sesto le palestre di numerosi Istituti a beneficio della popolazione scolastica, ma anche di atleti e società sportive.