Mercoledi', 29 Gennaio 2020
 
  
  
  
 
D. Alighieri
 
Banner Panificio Caruso - Giuseppe
 
Banner Cundari
 
WGT Solution
 

BAGNARA CALABRA Imu aree edificabili, sbloccata l’impasse tra cittadini e Comune

Imu aree edificabili - bagnaraImu aree edificabili - bagnaraFinalmente è stato avviato un percorso chiaro sull’IMU aree edificabili, argomento scivoloso che ormai da diversi anni era diventato terreno di scontro tra le varie amministrazioni che si sono susseguite (compreso il periodo commissariale) e i cittadini proprietari.

E’stata la riunione tenutasi nelle settimane scorse a palazzo San Nicola tra il Sindaco di Bagnara, Gregorio Frosina, il Vice Romeo, gli Assessori Oliverio e Randazzo, il Presidente del Consiglio Comunale Maceri e l’associazione Cittadinanza Attiva Pellegrina nonché una delegazione di cittadini Pellegrinesi, a sbloccare un argomento dove le contrapposizioni erano ormai così forti da aver ingenerato negli ultimi anni un contenzioso senza precedenti, tra contribuenti ed Ente comunale.

Dall’incontro, al quale hanno preso parte anche il Responsabile dell’area finanziaria e il Segretario Generale, in conseguenza alle richieste avanzate al Sindaco di procedere immediatamente alla revisione dei valori delle aree edificabili approvati dal Consiglio Comunale nel 2010 e mai revisionati, da parte di Antonio Latella, Coordinatore dell’associazione Cittadinanza Attiva e da Antonino Maio, in rappresentanza di una delegazione di proprietari, è emersa la chiara volontà degli amministratori presenti di procedere, ove allo stato giuridicamente possibile, alla revisione di tali valori.

Durante la riunione è affiorato, infatti,il diverso punto di vista dei due tecnici comunali presenti, sulla possibilità di procedere alla revisione dei valori prima del decorso dei cinque anni dall’approvazione dell’ipotesi di bilancio riequilibrato, così come previsto dalla deliberazione della Commissione Straordinaria n. 31 del 23.11.2016, con la quale sono state approvate/attivate le entrate proprie dell’Ente, ai sensi dell’art. 251 del D. Lgs. N. 267/2000.

Le contrapposte posizioni dei dirigenti comunali presenti sono state superate dalla proposta avanzata, dopo oltre due ore di riunione, dall’associazione Cittadinanza Attiva Pellegrina, condivisa dai cittadini presenti, dal Sindaco e dagli altri amministratori.

L’associazione ha infatti proposto di formulare, così come poi è stato fatto su disposizione del Sindaco, un parere alla Commissione per la Finanza degli Enti Locali, la quale dovrà chiarire se il comune di Bagnara, mantenendo il pareggio di bilancio dell’Ente, prima del decorso di cinque anni dal dissesto, decorrenti dall’approvazione dell’ipotesi di bilancio riequilibrato, potrà procedere alla revisione dei valori in comune commercio delle aree edificabili delle diverse “zone del territorio comunale”, per come previsto dall’art. 5 del D. Lgs. 504/92 o se tale intervento risulta giuridicamente impedito dalla deliberazione della Commissione Straordinaria n. 31 del 23.11.2016.

La risposta della Commissione per la Finanza degli Enti Locali, che speriamo arrivi a breve e nell’ordine auspicato dall’associazione e dai cittadini, circa la fattibilità immediata della revisione dei valori venali delle aree edificabili, metterà quindi la parola definitiva alla querelle, considerata la volontà espressa in riunione dall’amministrazione di adeguarsi a tale superiore parere.

Antonio Latella – coordinatore associazione Cittadinanza Attiva Pellegrina