Lunedi', 27 Giugno 2022
 
    Instagram         
 
liceo
 
Sostieni il tuo giornale -
LOGO UNIEURO 

REGGIO CALABRIA Conclusa la riunione tra dirigenti e iscritti UILFPL

UIL bandieraUIL bandieraSi è svolta, presso la Camera Sindacale Territoriale-Confederale, la programmata riunione tra i dirigenti sindacali, gli iscritti ed i simpatizzanti della UILFPL dell’Azienda Sanitaria Provinciale riconducibili al comprensorio di Reggio Calabria. Detto ambito territoriale ricomprende, oltre, tutte le UU.OO. i Servizi e gli Uffici sanitari ricadenti su Reggio Calabria, anche, l’Ospedale “Tiberio Evoli” di Melito Porto Salvo, lo “Scillesi d’America” e le strutture insistenti sul comune di Villa S.Giovanni.

L’incontro si è svolto alla presenza del Segretario Territoriale della UILFPL Nicola Simone e del Segretario Generale Confederale Nuccio Azzarà che hanno presieduto la riunione. Risultavano presenti, inoltre, le Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU) elette nell’ultima, recente, competizione elettorale. La UILFPL, da tempo, ha inteso organizzare aziendalmente il proprio gruppo dirigente operante in seno all’ASP seguendo quello che sono i comprensori costituenti la più vasta e complessa rete provinciale. Nella settimana scorsa si era eletta, infatti, la Segreteria Aziendale della Locride (da Palizzi a Monasterace), nell’imminenza del perfezionamento degli organismi della Piana di Gioia Tauro, l’assemblea di Reggio, oltre che plaudire allo storico risultato elettorale conseguito dalla nostra Organizzazione Sindacale, che è risultata la lista più votata in assoluto nella sanità provinciale, si è avuto modo di dibattere sullo stato di sbando e di deriva in cui versa la sanità reggina e calabrese. E’ stata un’occasione utile per stigmatizzare complessivamente il fallimentare modus operandi sia del Commissario ad Acta Scura che del Governatore Mario Oliverio, i quali ciascuno per le proprie competenze, hanno portato al tracollo l’importante e delicato Servizio Sanitario Regionale.

I due dominus della sanità regionale hanno responsabilità enormi nell’aver completato un’opera che parte da lontano consistente nel depotenziare, ridurre ai minimi storici le due realtà ospedaliere poste a sud ed a nord di Reggio, abbandonando a se stesso un bacino d’utenza di circa 300 mila abitanti. Si è, inoltre discusso sugli ultimi irresponsabili atti posti in essere dal Commissario Scura in ordine alle strutture private convenzionate con il SSR con il risultato consistente nell’aver portato al collasso realtà sanitarie capaci di erogare prestazioni sanitarie di grande qualità, con la prossima probabile perdita di migliaia di posti di lavoro nel settore e con i cittadini costretti a pagare interamente il costo delle prestazioni su richiamate. Il Governatore è stato sonoramente bocciato dalla UIL in quanto, addirittura, non nelle condizioni di dimissionare un D.G., Giacomino Brancati, giudicato solo qualche giorno fa dall’ing. Scura quale Direttore “Incapace” a capo “dell’ASP più disastrata d’Europa”. La UILFPL ha deliberato di chiedere, alla Giunta Regionale, una rapidissima inversione di tendenza nella gestione della sanità, partendo dalle dimissioni di tutti i Direttori Generali responsabili di un default che non ha eguali su tutto il territorio nazionale, in primis quello dell’insufficiente, recalcitrante e imbarazzante Brancati.

Al termine dell’incontro si è eletto l’organismo aziendale che avrà l’onere di rappresentare le problematiche sindacali del comprensorio di che trattasi ed all’uopo i dirigenti della FPL hanno eletto Segretario Responsabile Roberto Cetina e quali componenti della Segreteria: Franca Barreca, Rosalba Ficara, Luigi Scrivo e del direttivo Domenico Foti, Antonino Azzarà, Sebastiano Pizzimenti, Vincenzo Liuzzo Martino Domenica. Roberto Cetina, opportunamente, al fine di poter ricoprire l’importante incarico di Segretario Aziendale ha rassegnato le proprie dimissioni da R.S.U. appena brillantemente eletto, insistendo tra i due incarichi una evidente incompatibilità.